Il Cus Ancona sogna le Final Eight di Coppa Italia

Calcio a 5 - secondo turno Coppa Italia Serie B

CUS ANCONA – GADTCH PERUGIA 2000 3 – 2

Ancona – C’è grande gioia in casa Cus Ancona per il passaggio del turno in Coppa Italia di Serie B. Con la vittoria di ieri ai danni del Gadtch Perugia, maturata con il punteggio di 3-2, i dorici si sono regalati la finale del proprio girone.

Avversario sarà il Futsal Cobà, che nella propria semifinale ha superato con un largo 11-4 la Torresavio Cesena. In palio, oltre alla gloria, un ticket per le ambite Final Eight di Serie B che potrebbero aprire scenari incredibili in questa seconda parte di stagione.

Ancona – I tre autori delle reti doriche: Belloni, De Sousa e Junior

Un successo, quello con gli umbri, arrivato solo nel finale e al termine di una partita equilibratissima tra le contendenti. Partono meglio i padroni di casa che dopo nove minuti sbloccano il punteggio con Marco Belloni. I grifoni rimangono calmi, macinano il proprio gioco e spesso si rendono pericolosi dalle parti di Vittori.

Gli sforzi vengono premiati poco prima dell’intervallo quando Mazzoli manda le squadre al riposo sul 1-1. Nella ripresa non mancano i colpi di scena. Ad andare avanti è proprio il Perugia con una rete di Reitano, a testimonianza della splendida gara giocata dagli ospiti.

Mister Carletti cerca di spronare i suoi, di tirare fuori una reazione d’orgoglio che fortunatamente arriva. Prima Andrè De Sousa trova il guizzo del 2-2 poi, ad un minuto dalla conclusione, capitan Junior si inventa il goal del 3-2 facendo esplodere tutto il PalaCus. È l’episodio che spedisce gli anconetani al big match con il Futsal Cobà, permettendogli di sognare il paradiso delle Final Eight di Coppa.

Sala Stampa

Fabio Carletti: “E’ stata una partita durissima con il Perugia che ha dimostrato di essere una squadra molto ben messa in campo. Sapevamo delle difficoltà che potevamo incontrare venendo da una settimana dura e dovendo far fronte alle assenze di Fioretti e Zizzamia che per noi sono fondamentali. Sono molto contento di come i ragazzi hanno interpretato la partita, sacrificandosi e ottenendo i risultati. A livello personale faccio i complimenti a Luciano Pellegrino che ci potrà essere utile da qui in avanti.”

Junior de Souza: “Ci aspettavamo una gara difficile e così è stata. Abbiamo svolto il richiamo di preparazione con il Prof. Squartini e a livello atletico non eravamo proprio al top. Questa vittoria è ancor più importante perché ci fa iniziare bene l’anno e ci da morale per la seconda parte di stagione. Adesso che siamo qui proviamo ad arrivare fino in fondo, conosciamo le nostre qualità e ce la giocheremo con tutti”

CUS ANCONA: Vittori, Gallozzi, Bartolucci, Di Placido, Lamberti, Pellegrino, Junior, De Sousa, Belloni, Centonze, Qorri, Marchionne All. Carletti

GADTCH PERUGIA: Fiorucci, Ciafardini, Sisani, Caldarelli, Mazzoli, Oubakrim, Hicham, Bonomo, Picchiarelli, Reitano, Pagliaro All. Veschini

Arbitri: Mezzarobba di Conegliano e Marchetti di Chiavari

Crono: Vocino di Ancona

Reti: 9′ Belloni, 19′ Mazzoli, 24′ Reitano, 35′ De Sousa, 39′ Junior

 

redazionale

 


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

Procida Capitale Cultura 2022, Ancona non ce l’ha fatta!

Il sindaco Valeria Mancinelli: “il nostro progetto, popolare, di crescita e di sviluppo, va avanti”


Ancona, 18 gennaio 2021 – Nella mattinata odierna la commissione del MiBACT presieduta da Stefano Baia Curioni ha proclamato la città di Procida (foto) Capitale italiana della Cultura per il 2022. All’annuncio dato dal ministro Dario Franceschini, sull’isola si è scatenato un tifo da stadio.

I complimenti della commissione, al termine della cerimonia d’assegnazione, sono andati tutti al sindaco Raimondo Ambrosino e al suo staff. La motivazione ha premiato la congiunzione tra il valore del progetto, la sostenibilità economica e le sue ricadute socio culturali. «Siamo strafelici – ha esultato fra le lacrime il sindaco Ambrosino – è un’opportunità storica per noi, per tutte le isole e per l’Italia meno in luce».

Delusione per la città di Ancona, anche se mascherata da ottimismo. La città dorica non ce l’ha fatta a convincere i membri della commissione con il suo progetto incentrato tra l’altro sulla cultura dell’Altro, sull’intenzione di far diventare ordinario lo straordinario, come aveva spiegato l’assessore Paolo Marasca in sede di audizione con il MiBACT.

«È stata appena proclamata la Capitale italiana della cultura 2022. La scelta è caduta su Procida. Mi complimento con il collega sindaco e la comunità dell’isola – il commento ufficiale del sindaco Valeria MancinelliSiamo fieri delle parole del presidente della commissione che ha valutato i progetti e ne ha sottolineato il valore, non solo nazionale ma anche europeo. Siamo anche felici di come è stata motivata la scelta della capitale perché la linea su cui si è mossa Procida e il messaggio che ha voluto lanciare hanno molte affinità con il nostro. Dunque siamo sulla strada giusta. Come ho più volte ribadito il nostro progetto, popolare, di crescita e di sviluppo, va avanti. E lo realizzeremo insieme».

Dunque, nonostante i suoi 2400 anni di storia ed un progetto ampio e variegato, Ancona non ce l’ha fatta. Bocciata per il secondo anno consecutivo dopo il primo tentativo del 2020. A batterla è stata Procida, una cittadina di poco più di 10mila abitanti che si affaccia sul mare del Golfo di Napoli, resa famosa a livello internazionale da Massimo Troisi che qui ha girato molte scene del film Il Postino.

Ancona e Procida, due città bagnate dal mare. 100mila abitanti contro 10mila. Con tutta probabilità, le acque del Golfo di Ancona sono diverse da quelle del Golfo di Napoli. Nonostante la delusione per un’opportunità mancata di crescita importante sul piano socio-culturale e turistico, dal capoluogo delle Marche un in bocca al lupo sincero a Procida: sull’isoletta il 2022 sarà un anno fantastico!

© riproduzione riservata


link dell'articolo

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi