Naspi scrive la storia della Superbike Bravi Platform team

Agli internazionali d’Italia si aggiudica la maglia verde; Campanari 6ª assoluta, Agostinelli 18°

Castelfidardo, 3 luglio 2018Un risultato storico, un’emozione incredibile. La Superbike Bravi Platform Team conquista per la prima volta un trofeo individuale in una corsa prestigiosa come gli Internazionali d’Italia Series: Alessandro Naspi è il “profeta” di una squadra fantastica che ha piazzato tre atleti nei primi venti al fianco del top della disciplina.

Una maglia verde – miglior atleta under 23, ottavo posto nella classifica assoluta guidata da Bertolini – difesa a denti stretti dal sirolese nell’ultima tappa del circuito di cross country a Chies D’Alpago. “Finalmente è mia!” dice Naspi ringraziando “tutti i componenti della squadra che non mi hanno fatto mancare nulla e ogni persona che ha creduto in me” dopo il pericolo scampato.

Il podio di Alpago. Naspi è maglia verde

Una foratura nel terzo giro lontano dai box quando era in testa, ha rischiato infatti di compromettere il gran lavoro svolto; Naspi ha perso due minuti per la sostituzione della gomma anteriore ma nei due giri rimanenti ha condotto una rimonta che pur tenendolo lontano dai migliori (sesto fra gli under) gli ha consentito di rimanere davanti all’avversario più temibile, Juri Zanotti della Torpado.

Fortunatamente era una gara lunga e siamo riusciti a farlo ripartire ma abbiamo vissuto istanti al cardiopalma, di trepidazione assoluta, fino all’ufficializzazione della graduatoria“, racconta il presidente Rossano Mazzieri.Non ci era mai capitato di bucare e sarebbe stato davvero ingiusto che un simile episodio ci togliesse questa soddisfazione immensa per l’atleta ma che riempie di lustro e orgoglio la società tutta“.

Alessandro Naspi in azione (foto Billiani)

La festa di Naspi è completata dalle belle prestazioni di Alessio Agostinelli, 15° al traguardo e quarto fra gli under, che ha chiuso così al 18° posto assoluto, e Angela Campanari, che archivia un altro week-end di polvere e sudore al 12° posto di tappa e 6° nella classifica generale finale, prima donna marchigiana ad arrivare così in alto.

Ma nel bellunese, nel contesto del campionato italiano esordienti/allievi sono maturate anche altre gioie: Riccardo Aringolo ha raggiunto la sesta posizione fra gli allievi di 1° anno, Nefelly Mangiaterra (quinta) sarebbe salita sul podio se non fosse stato per un problema meccanico, Lorenzo Aringolo è giunto 23° fra gli under 23 mentre i debuttanti Mattia Ascani, Diego Marinelli, Giuseppe Clericò, Emanuele Pilesi e Gabriel Moro hanno sviluppato un’esperienza preziosa.

Ma il tempo di esultare è già terminato perchè alle porte c’è la quarta prova della Uci World Cup Mercedes Benz in programma in Val di Sole domenica nel nuovo bike park di Daolasa di Commezzadura, tappa che sarà seguita già la prossima settimana da quella di Andorra. Naspi, Agostinelli e Campanari ci saranno!

 

redazionale


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

La vita con i cani è… meravigliosa!

Quattordici modi per coniugarla dal profondo dell’anima


13 gennaio 2022Piera Alessio (nella foto con la sua cagnolina Nina), torna in questo spazio “Paneburroemarmellata” (glielo cedo sempre con profonda stima, amicizia e rispetto oltre che per il suo grande cuore e la sua grande penna), per raccontarci com’è, dal suo punto di vista, la vita con i cani che lei declina e descrive in svariate sfaccettature. Un argomento solo all’apparenza scontato, che solo chi ha posseduto o possiede un cane può davvero cogliere nella sua essenza. Scrive Piera:

“La vita con i cani è strana. Diventerai, senza che nessuno te lo insegni o ti spieghi come farlo, il capo branco di un cane che sarà pronto a qualunque cosa per te non appena saprà riconoscere il tuo odore e la tua voce.

La vita con i cani è misteriosa. Sarai spiato da un Grande Fratello peloso che non perderà nessun tuo movimento, specialmente quando capirà dove sono la cucina ed il recipiente dei biscotti.

La vita con i cani è crescere. Non puoi farci niente, non puoi fermare il tempo perché quel cucciolo che hai tenuto in braccio crescerà troppo velocemente, per diventare il grande amico che ti vorrà accompagnare ovunque andrai. I cuccioli durano troppo poco.

La vita con i cani è confronto. Avrai sempre uno sguardo con il quale misurarti, affogherai senza poterti salvare nelle profondità inimmaginabili degli occhi di un cane. Dove la gente crede che non ci sia un’anima.

La vita con i cani è sincera. Non avrai bisogno di raccontar loro una bugia o delle storie inventate perché tanto, qualunque cosa tu dica loro, i cani la sanno. Sempre.

La vita con i cani è scomoda. Ti ritroverai una sera d’inverno, con la tramontana che ti graffia il viso ed il gelo che ti arriva alle ossa, a passeggiare da solo con il tuo cane che corre e scodinzola felice, incurante del vento che gli arruffa il pelo e del caldo che avete lasciato in casa.

La vita con i cani è buffa. Parlerai con un essere che non ti potrà mai rispondere e che però ascolterà ogni tua parola, con così tanta attenzione ed interesse che non ritroverai in nessun altro uomo o donna al mondo.

La vita con i cani è ritorno a casa. Nessuno come il tuo cane sarà felice di vederti ogni volta che spunterai dalla porta dalla quale ti ha visto andar via; imparerà i tuoi orari, riconoscerà il tuo passo e sarà lì ad aspettarti, anche quando sarà vecchio e stanco, saltando di gioia come se non ti vedesse da un mese. Anche se sei uscito per comprare il giornale.

La vita con i cani è rinuncia. Perderai, a poco a poco, quella porzione di divano su cui stavi tanto comodo, dove ti godevi il riposo ed il meritato relax dopo giornate faticose e noiose. E la cosa bella sarà che non ti dispiacerà affatto.

La vita con i cani è comunione. Dividerai il tuo ultimo boccone con il tuo cane, perché non potrai resistere al suo sguardo implorante che hai incrociato purtroppo per te mentre stavi cenando.

La vita con i cani è insegnamento. Sono loro che ti mostreranno, semplicemente correndo in un prato o sulla riva del mare, la bellezza di una giornata di sole e l’importanza di stupirsi – ogni volta – davanti alle cose semplici.

La vita con i cani è amore. Quello che proverai ad emulare, che proverai a restituire al tuo cane senza però riuscirci. Ma cimentarti in questa prova sarà una delle tue imprese più entusiasmanti.

La vita con i cani è un viaggio. Nessun sentiero di montagna ti sembrerà lo stesso dopo che lo avrai percorso insieme al tuo cane: ricorderai profumi, odori e colori del bosco che prima non avevi sentito o visto; proprio come succederà per il tratto di vita che farete insieme.

La vita con i cani è una parentesi. Per te è una parte della tua vita, un dolce intervallo fra mille impegni e anni da riempire di cose da fare, un breve cammino insieme ad un cane che tu ben sai, ad un certo punto, si fermerà per lasciarti andare da solo. Invece, per il tuo cane, la tua vita è tutto.

La vita con i cani è meravigliosa“.

di Piera Alessio

© riproduzione riservata


link dell'articolo