La Pallamano Camerano fermata in casa dalla Fiorentina

Imprecisi al tiro i gialloblu cedono ai toscani di sette lunghezze

PALLAMANO CAMERANO – FIORENTINA HANDBALL 21-28 (11-16)

 Camerano, 8 ottobre 2018 – La Pallamano Camerano viene fermata nuovamente in casa. Dopo il ko interno di una settimana fa contro Ferrara, questa volta è la Fiorentina ad avere la meglio sui ragazzi di coach Sergio Palazzi per 21-28.

Una partita ancora una volta intensa, con i gialloblu che hanno pagato un avvio incerto, e nel finale la scarsa precisione al tiro che non ha permesso ai padroni di casa di riaprire del tutto il match.

Un’azione di gioco di Pallamano Camerano – Fiorentina

Pronti via e nel giro di sette minuti gli ospiti partono forte andando sull’1-5. La Pallamano Camerano inizia a prendere le misure dei viola, che difendono bene, ed in un paio di circostanze ricuce lo strappo fino al –3. Ma non è sufficiente e negli ultimi minuti la compagine toscana si allontana sull’11-16, punteggio che accompagna le squadre al riposo lungo.

Alla ripresa delle ostilità la Fiorentina inizia ad allentare la presa in difesa e per i gialloblu è più facile trovare tiri agevoli. I ragazzi di coach Palazzi provano a rifarsi sotto con Pagliarecci che sigla il 16-20, mentre Sanchez sbroglia diverse situazioni complicate. In avanti i padroni di casa sbattono contro il portiere toscano Sbrocchi, un po’ per imprecisione un po’ per la bravura dell’estremo difensore, non riuscendo a completare la rimonta.

Nel finale gli ospiti riprendono il largo e chiudono sul 21-28. «Fondamentalmente non siamo stati precisi in attacco stasera – commenta coach Palazzi – L’avvio a rilento ci poteva stare visto che all’ultimo non hanno avuto Fratini, il loro centravanti, che si è infortunato e abbiamo dovuto prendere le misure della loro sei zero. Una volta che ci siamo assestati i ragazzi ci hanno provato. Nel secondo tempo abbiamo sbagliato qualcosa come otto tiri consecutivi, in un momento in cui il nostro portiere non stava subendo gol e quindi non siamo riusciti a ridurre il gap. Siamo rimasti fermi per diversi minuti a 19 reti e non siamo riusciti a recuperare».

Il Tabellino

PALLAMANO CAMERANO: Badialetti 6, Boccalini 1, Campanale, Cirilli, Fabiani, Gardi 1, Marinelli 4, Monaci, Pagliarecci 4, Sabbatini, Sanchez, Scandali 1, Selmani 1, Marinelli, Guerro, Covali 3 All. Palazzi

FIORENTINA HANDBALL: Bini, Calzolai, Carlotti, Deda 1, Di Fabrizio 2, Frantini 6, Margheri, Mazzanti 9, Nigro, Paoli 7, Pieri, Pili 1, Romei 2, Sbrocchi All. Dei

Arbitri: Alborino e Farinaceo

 

redazionale


Un commento alla notizia “La Pallamano Camerano fermata in casa dalla Fiorentina”:

  1. Enzo bilo' says:

    Ieri sono stato al palasport ho visto una partita dove il camerano non e’ mai entrato in partita ma la cosa peggiore e’ stata che l’allenatore non ha provato di cambiare, vedi utilizzo della panchina, inoltre a 15 dalla fine del secondo tempo sotto di 4 con un time-out in mano lo ha utilizzato solo a 5 dalla fine
    Avrei molto da dire, di sicuro alla fine dell’anno scorso allenato da campana si era vista una scuadra grintosa con una visione di gioco cosa che non ho viato in queste due partite interne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

a cura di Paolo Fileni

Pane Burro & Marmellata

16 ottobre 2018 – Da oggi, su Corriere del Conero, nasce una striscia giornaliera di approfondimento a firma del direttore Paolo Fileni.

Vuol essere uno spazio breve di riflessione su fatti e accadimenti che ogni giorno toccano il quotidiano di tutti noi. Eventi, cronaca, politica, attualità, sport, gli argomenti trattati. Di tutto e per tutti, insomma, invitando il lettore a focalizzare l’attenzione su un fatto preciso e sollecitandolo ad una ulteriore riflessione su di esso. Magari mentre fa colazione, sorseggia un caffè e si gusta una fetta di pane, burro e marmellata.

Perché se è vero che un fatto è un fatto e va riportato e raccontato per quello è, è altrettanto verosimile che esso può mutare a seconda delle angolazioni giornalistiche con le quali viene presentato, o dei punti di vista con i quali viene interpretato.

«Grazie a, o per colpa di Internet e della rete – sottolinea il nostro direttore Paolo Fileni, curatore della striscia – viviamo oggi una fase dell’informazione completamente rivoluzionata nell’ultimo decennio. Le nuove tecnologie portano a consumare una notizia nell’arco di un paio d’ore, rendendola “vecchia” in un batter di ciglia. Fare informazione è alla portata di chiunque disponga di un cellulare e di un account su Facebook. Una realtà inquietante e quasi del tutto fuori controllo che spesso genera “fake news” e un oceano di disinformazione». Corriere del Conero non è depositario di nessuna verità assoluta. Cerca di fare informazione locale con professionalità, schiettezza e libertà d’opinione. Proviamo a rifletterci insieme?

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi