Una Corrida Cameranese 2019 di qualità

Grande affluenza di pubblico per le notevoli esibizioni degli artisti allo sbaraglio – La fotogallery

Previous Next

Camerano, 31 agosto 2019 – Lo si può dire senza ombra di smentita, la Corrida andata in scena ieri sera in Piazza Roma non ha nulla da invidiare a quella di Carlo Conti su Rai 1. Anzi, i dieci dilettanti allo sbaraglio che si sono esibiti nella kermesse cameranese a livello qualitativo e tecnico sono stati mediamente superiori a quelli presentati sulla tv nazionale.

Camerano – Il numeroso pubblico presente a La Corrida 2019 in Piazza Roma

Bravi tutti, tanto che il numeroso pubblico ha elargito applausi a scena aperta e non ha fischiato o penalizzato nessuno. A farla da padrone sono stati i cantanti, ma si è visto anche un ventriloquo, un bravissimo barzellettiere di Porto Potenza Picena, un mimo robot di un certo spessore nonostante l’età e un dicitore di una poesia di Totò. (Guarda la fotogallery)

Camerano – I presentatori de La Corrida 2019: da sx,Simone Bastari, Gianni Quintale, Alice Moriconi, Luciano Libardi

Bravi anche i presentatori: Luciano Libardi in veste di maestro e direttore d’orchestra; Simone Bastari, conduttore che non si è risparmiato; Gianni Quintale, quest’anno in versione meno estrosa rispetto al passato e, in ultimo, la bella e graziosa Alice Moriconi alla quale va il ringraziamento di tutta la redazione del Corriere del Conero per l’aiuto e la disponibilità.

Una citazione per gli ospiti: il Coro Parrocchiale, l’inventore bizzarro Paolo Casagrande e l’esibizione parodia di Albano e Romina Power nelle vesti di Albino (Gilberto Basili) e Romana (John Russel).

Camerano – Il podio de La Corrida 2019 – da sx: Marco Giantommasi (terzo classificato), Peppe de Pia (secondo classificato), Luigino Micozzi (primo classificato), con i presentatori Simone Bastari e Gianni Quintale

Alla fine ha vinto Luigino Micozzi che ha cantato un brano tratto dal film Ghost. Una esibizione la sua da vero professionista che ha incantato il pubblico al punto di ricevere la richiesta di un bis. Buon secondo Peppe de Pia con le sue divertentissime barzellette e terzo il mimo robot di Marco Giantommasi.

concorrenti in ordine d’esibizione:

  • Loredana Picuno – cantante – Alleluja
  • Matteo Cola – cantante – Ligabue
  • Ennio Monachesi (Macerata) – Cabaret
  • Romolo Ferdinandi – cantante
  • Simone Angeletti (Filottrano) – poesia “La Livella” di Totó
  • Gaia Micari – cantante – brano di Siria
  • Marco Giantommasi – mimo robot – 3° classificato
  • Mirco Messi – ventriloquo – dialogo con il nonno
  • Luigino Micozzi – cantante – Ghost (dal film omonimo) 1° classificato
  • Peppe de Pia – barzellettiere – Porto Potenza Picena 2° classificato
Il Coro Parrocchiale di Camerano

ospiti:

Partecipazione del Coro Parrocchiale di Camerano

Paolo Casagrande – inventore

Esibizione Albino e Romana

presentatori

Simone Bastari, Luciano Libardi in veste di maestro, Alice Moriconi, Gianni Quintale

gruppo musicale di supporto:

Ten’s Celebration (Bartoli, Baldoni, Palazzi, Russel, Baldini)


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

“Eurogames” alias Giochi senza frontiere

Debutto questa sera su Canale 5 condotto da Ilary Blasi e Alvin, giudice Jury Chechi


19 settembre 2019 – Si potrebbe definire un ritorno al passato, la riproposizione di un format di sano successo televisivo e non solo o, dal punto di vista degli addetti ai lavori di casa Mediaset, la rincorsa ad ascolti da capogiro. Ascolti che vent’anni fa in Rai toccarono punte anche di 20 milioni di spettatori a puntata. Comunque sia, c’è grande attesa per la prima puntata di questa sera su Canale 5 in prima serata di Eurogames, alias Giochi senza frontiere.

A vent’anni di distanza dall’ultima puntata di Giochi senza frontiere, con lo storico conduttore Ettore Andenna su tutti, questa sera Ilary Blasi e Alvin – con Jury Chechi a fare da giudice – (foto) terranno a battesimo Eurogames: sei puntate di giochi e sfide tra sei nazioni: Spagna, Russia, Grecia, Germania, Polonia e Italia.

Non c’è nessuna differenza tra Giochi senza frontiere ed Eurogames a livello di contenitore. E la curiosità sta nel constatare se oggi l’immaginario collettivo potrà essere catturato da quel tipo di proposta. All’epoca, non c’era ancora l’Europa Unita. Così come non c’era l’euro (era in embrione), e lo spread non fregava a nessuno. La Germania e la Francia non detenevano l’esclusiva delle decisioni in Eurozona, e le nazioni che partecipavano a Giochi senza frontiere si scontravano in un clima gaio di allegra fratellanza piena di aspirazioni future.

Il quadro internazionale è cambiato parecchio in questi ultimi venti anni, certi “rancori” socio-politici allora non esistevano e sarà interessante vedere questa sera come reagirà il pubblico europeo, ma soprattutto quello italiano, alla riproposizione di quei giochi sotto il nuovo nome di Eurogames.

L’unica vera differenza tra i vecchi Giochi ed Eurogames è che le puntate non saranno itineranti (una serata in ogni nazione partecipante), ma andranno in onda tutte da un unico luogo, ovvero Cinecittà World in Italia, all’interno di un’arena che rievoca il Circo Massimo.

Non so voi, ma io stasera sarò lì davanti alla tv a tifare Italia sperando riesca a battere sia la Francia sia la Germania. Reminiscenze calcistiche? È probabile, difficile gestire l’inconscio. Ma, hai visto mai che almeno nei giochi si riesca a prevalere su quel senso di sudditanza che ci accompagna da troppo tempo nei confronti di “quelli”? In allegria, gioia e fratellanza, sia chiaro!


link dell'articolo

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi