Il giovane recanatese Pierfrancesco Giommi come Pirandello

L’allievo della 2ª D del liceo classico Giacomo Leopardi, su stimolo dato dalla sua insegnante Giuseppina Montironi, premiato ad Agrigento per un suo corto teatrale ispirato ad una novella dello scrittore e premio Nobel agrigentino

Recanati, 16 maggio – Ha lavorato in modo autonomo, su stimolo dato dall’insegnante, la professoressa Giuseppina Montironi. Ha cominciato con la lettura e l’approfondimento della novella Il  treno ha fischiato. Pierfrancesco Giommi, 2ª D,  Liceo classico Giacomo Leopardi di Recanati, ritirerà il 18 maggio al Teatro Pirandello di Agrigento uno dei premi speciali messi in palio dal Miur con il concorso Uno, nessuno e centomila.

La Commissione ne ha riconosciuto il merito perché “ha saputo cogliere il pensiero dell’autore con un’apprezzabile cura di dettagli“. Inoltre la trasposizione è stata ritenuta “originale e avvincente“.

Recanati – Pierfrancesco Giommi e la sua professoressa Giuseppina Montironi

«Ho letto per la prima volta Pirandello durante l’ultimo anno della scuola media – afferma Pierfrancesco Giommi -. Se non ricordo male, leggemmo due sue novelle, “Il treno ha fischiato” e  “La patente”. L’anno successivo rincontrai l’autore rileggendo altre novelle ed inoltre, per le vacanze estive, la mia professoressa mi assegnò uno dei suoi libri più celebri, “Il fu Mattia Pascal ” che mi colpì per l’attualità dei suoi temi nonostante fosse stato scritto più di un secolo fa».                                                                                      Indetto dal MIUR in collaborazione con il Distretto Turistico Valle dei Templi, La Strada degli Scrittori, la Fondazione Teatro Luigi Pirandello di Agrigento, l’Accademia BB. AA. Michelangelo, il Festival Kaos e il Comune di Agrigento col patrocinio del MAECI, il concorso Uno, nessuno e centomila conta la sua seconda edizione.

Il premio Nobel Luigi Pirandello

Ha preso il via l’anno scorso in occasione dei 150 anni dalla nascita dello scrittore agrigentino e premio Nobel, Luigi Pirandello. Di carattere internazionale, attraverso un bando lanciato lo scorso dicembre, ha coinvolto anche le scuole italiane all’estero ed è inserito dalla Farnesina nel Programma Italia, Culture, Mediterraneo. Il regolamento richiedeva la realizzazione della sceneggiatura di un corto teatrale ispirato ad una novella dello scrittore, ed era rivolto alle scuole secondarie di primo e secondo grado.

I ragazzi premiati parteciperanno da oggi, mercoledì 16, al 18 maggio ad eventi e attività culturali: sono previsti laboratori creativi, visite a siti artistici e storico-archeologici, incontri. Sarà, per la seconda volta, un’occasione unica di confronto e scambio culturale. Ragazzi e ragazze che interagiranno riuniti da un’iniziativa legata al teatro, alla scrittura creativa e alla drammatizzazione.

 

redazionale

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi