Tombolini risponde a Selva sul parcheggio di Marcelli

Per il sindaco uscente il parcheggio è ‘vivo e vegeto’ e quella di Siamo Numana una boutade da campagna elettorale. A giorni la firma del nuovo accordo raggiunto con i proprietari dell’area di sosta

Numana, 15 aprile 2019 – Il sindaco Gianluigi Tombolini, piuttosto infastidito dalle uscite del candidato di Siamo Numana Alessandro Selva, scrive al giornale per spiegare la vicenda un po’ ingarbugliata del posteggio di Marcelli. Una ‘patata bollente’ ereditata dalla precedente Amministrazione e che: «al massimo entro una decina di giorni risolverò con la firma del nuovo contratto – ci ha detto Tombolini – c’è già un accordo di massima con i proprietari».

Scrive Tombolini: «Prendiamo atto, con una certa meraviglia, di quanto strumentalmente riferito dal consigliere Alessandro Selva nell’evidente tentativo di utilizzare a scopi elettorali una vicenda che a lui era certamente nota in ragione della carica di consigliere comunale.

Numana – Gianluigi Tombolini, sindaco uscente e candidato a sindaco per un secondo mandato con la lista civica ‘Con i numanesi c’è sempre più futuro’

È disarmante leggere che la vicenda che riguarda il parcheggio di Marcelli deriverebbe da una gestione superficiale di detta vicenda da parte di questa giunta. Il Consigliere Selva dovrebbe infatti sapere bene che la questione del parcheggio deriva da scelte della precedente Amministrazione, che ha ritenuto di stipulare un contratto di locazione con i privati proprietari dell’area ai quali erano state fatte promesse che assolutamente non potevano essere mantenute, in quanto presupponevano l’approvazione di una variante al piano regolatore che quell’Amministrazione non è riuscita a portare a compimento e che avrebbe comportato la svendita di parti del territorio.

Questa Giunta si è dunque trovata a dover risolvere problemi creati da altri e a dover affrontare un giudizio civile che non poteva che concludersi con l’accoglimento della pretesa dei proprietari, la prosecuzione del quale avrebbe comportato ulteriori spese inutili per l’ente viste le condizioni cui il Comune era stato obbligato dalla precedente Amministrazione.

Numana – Alessandro Selva, consigliere d’opposizione e candidato sindaco della lista civica ‘Siamo Numana’

Per quanto riguarda l’esproprio, la Corte di Appello di Ancona ha accertato – in modo peraltro discutibile ed oggetto di ricorso avanti la Corte di Cassazione – un valore dell’area assolutamente inaspettato, ed a fronte di tale accertamento si è giustamente deciso di non procedere nella procedura di acquisizione al fine di evitare un danno economico per la collettività al quale non sarebbe corrisposto un vantaggio di pari rilievo.

Questa Giunta ha operato un attento esame della vicenda ed ha assunto le decisioni che oggettivamente rappresentano la più accorta tutela degli interessi pubblici.

È falso che il Comune non abbia pagato i canoni arretrati, le evidenze che smentiscono l’affermazione del Consigliere Selva sono tutte agli atti degli Uffici.

È altrettanto falso il fatto che il parcheggio non esista più, in quanto questa Giunta ha aperto un dialogo con i proprietari dell’area trovando una soluzione che consente di ottenere nuovamente la disponibilità del parcheggio, sostenendo un costo equo che non porti ad un esborso economico insostenibile per l’ente e per la cittadinanza tutta».

 

redazionale


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

Buone vacanze ai nostri lettori!

Paneburro&marmellata torna a fine agosto


24 luglio 2019 – Credo di essermela meritata una vacanza: 136 articoli d’opinione redatti in circa sette mesi (da gennaio ad oggi), non sono uno scherzo. Sono una media di 20 editoriali al mese. Venti giornate ogni mese dedicate a stimolare l’interesse dei lettori con riflessioni su argomenti d’ogni genere. Un contatto quotidiano mirato a ragionare, insieme, su temi sociali, di cronaca e di politica sia nazionali che regionali.

Che l’obiettivo sia stato raggiunto è fuori discussione. Lo dimostrano i vostri “mi piace”, i vostri commenti in calce ai post sui social, partiti in sordina, all’inizio, per poi raggiungere picchi notevolissimi quando l’argomento trattato era davvero sentito. A riprova che anche un giornale online può creare un “filo diretto” con chi naviga nel profondo blu di Internet. E che non è vero che chi sta sui social è senza pensieri, valori ed opinioni.

Una faticaccia, non lo nascondo, trovare ogni giorno spunti di riflessione capaci di catturare l’immaginario collettivo, e so bene che a volte ci sono riuscito e altre no. Così come a volte i lettori non hanno colto la vera essenza di Paneburro&marmellata. Ma ci sta, da una parte e dall’altra. Quel che conta davvero è questa possibilità di avere a disposizione uno spazio libero dove ognuno può esprime quel che pensa senza lacci o laccioli di sorta.

Paneburro&marmellata da oggi va in vacanza, per tornare fresco e riposato a fine agosto. Corriere del Conero, invece, no: continuerà ad informarvi anche in agosto. Dunque, un arrivederci agli affezionati lettori della striscia quotidiana. Che sia un’estate serena e piacevole per tutti voi e per le vostre famiglie, che andiate al mare, in montagna, in campagna o che restiate a casa. Riposatevi, divertitevi e… “fate i buoni!


link dell'articolo

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi