Castelfidardo – Il Comune vara il reddito di cittadinanza

Nel bilancio di previsione per il 2017, taglio di 32 mila euro per le manifestazioni culturali

Castelfidardo – Durante la presentazione del bilancio di previsione per l’anno 2017 il Comune di Castelfidardo ha inserito ben 100 mila euro per il reddito di cittadinanza. Grande plauso ha suscitato questa importante manovra dalle città vicine e dai sindacati che hanno riconosciuto il merito a questa amministrazione per aver dato la giusta attenzione verso coloro che hanno perso il posto di lavoro, fenomeno che negli ultimi anni sta diventando una vera piaga sociale.

I consiglieri di maggioranza del Consiglio comunale di Castelfidardo
I consiglieri di maggioranza del Consiglio comunale di Castelfidardo

Il reddito di cittadinanza, i cui particolari verranno illustrati nel dettaglio quando uscirà il relativo bando, sarà devoluto dal mese di settembre ai disoccupati cittadini di Castelfidardo, per un importo mensile che potrà variare dai 250 ai 450 euro, per sei mensilità, a condizione che il precettore si impegni a frequentare corsi di formazione e attività lavorative presso imprese del territorio.

Per la prima volta l’amministrazione targata M5stelle di Castelfidardo ha presentato in anteprima alla cittadinanza il progetto di bilancio 2017, che sarà approvato nei prossimi mesi dalla Giunta e dal Consiglio comunale.

il sindaco Roberto Ascani alla proclamazione della vittoria elettorale
il sindaco Roberto Ascani alla proclamazione della vittoria elettorale

Il Sindaco Roberto Ascani ha evidenziato: «l’importanza del bilancio partecipato quale forma di partecipazione diretta dei cittadini alla vita politica della propria città. Dal mese di ottobre di quest’anno – ha ufficializzato il primo cittadino – tale metodo di partecipazione verrà ulteriormente potenziato e migliorato, assegnando una quota di risorse del bilancio del Comune alla gestione diretta dei cittadini, che verranno così messi in grado di interagire e dialogare con le scelte dell’amministrazione».

L’assessore Sergio Foria ha illutrato nei dettagli il progetto di bilancio di previsione per l’anno 2017 che riporta un totale di risorse, derivanti da entrate correnti, pari a circa 14,5 milioni di euro che andranno a finanziare spese – sempre per la parte corrente – per 12,5 milioni di euro.

L'assessore al bilancio Sergio Foria
L’assessore al bilancio Sergio Foria

Non sono previsti aumenti di tassazione a carico dei cittadini mentre ci sarà una importante diminuzione della tassa sui rifiuti (Tari), per circa 200 mila euro.

Dal lato delle spese si avranno consistenti risparmi relativi all’amministrazione generale dell’ente, meno 228 mila euro; di cui 119 mila euro per riduzione di spese legali, e meno 32 mila euro per le manifestazioni culturali.

Per contro, si avranno incrementi per la sicurezza, + 33 mila euro; per l’istruzione, + 15 mila euro; per le politiche del lavoro, + 55 mila euro (reddito di cittadinanza), sviluppo del territorio e agricoltura; + 15 mila euro (mercatini a km0 nel centro storico).

L’assessore mette in evidenza che per il sociale non ci sarà nessuna riduzione di spesa e verranno garantiti tutti i servizi a sostegno dei più bisognosi.

Il sindaco, inoltre, illustra tutte le opere pubbliche previste nella manovra di bilancio per l’anno 2017 che ammonteranno ad un totale di circa 6 milioni di euro.

Tra le più importanti:

  • la costruzione della nuova scuola media, 3,5 milioni di euro;
  • l’adeguamento sismico delle scuole, elementare Cerretano, materna Acquaviva, materna Sant’Agostino, Scuola media, per circa 1 milione;
  • riqualificazione bocciodromo, 335 mila euro;
  • riqualificazione museo della fisarmonica, 150 mila euro;
  • realizzazione centro del riuso, circa 100 mila euro;
  • ristrutturazione ex Soprani, 80 mila euro;
  • asfaltature delle strade, 160 mila euro;
  • altri lavori minori per un totale di circa 675 mila euro.

In merito alle osservazioni formulate da alcuni cittadini riguardanti la riduzione dei fondi per le manifestazioni culturali, l’assessore Foria ribadisce che la priorità di questa amministrazione è garantire i servizi essenziali ai cittadini, ma assicura che da qui e fino alla definitiva approvazione del bilancio lavorerà incessantemente per riuscire a reperire risorse per rifinanziare anche tutte le manifestazioni culturali: «Ecco a cosa serve la partecipazione!»

A Castelfidardo, sostiene l’Amministrazione, sta avvenendo un cambiamento epocale: per la prima volta i cittadini vengono messi al centro dell’attenzione, sostenendo coloro che hanno veramente bisogno, e coinvolgendoli nei processi decisionali dell’amministrazione della città.

 


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

La vita con i cani è… meravigliosa!

Quattordici modi per coniugarla dal profondo dell’anima


13 gennaio 2022Piera Alessio (nella foto con la sua cagnolina Nina), torna in questo spazio “Paneburroemarmellata” (glielo cedo sempre con profonda stima, amicizia e rispetto oltre che per il suo grande cuore e la sua grande penna), per raccontarci com’è, dal suo punto di vista, la vita con i cani che lei declina e descrive in svariate sfaccettature. Un argomento solo all’apparenza scontato, che solo chi ha posseduto o possiede un cane può davvero cogliere nella sua essenza. Scrive Piera:

“La vita con i cani è strana. Diventerai, senza che nessuno te lo insegni o ti spieghi come farlo, il capo branco di un cane che sarà pronto a qualunque cosa per te non appena saprà riconoscere il tuo odore e la tua voce.

La vita con i cani è misteriosa. Sarai spiato da un Grande Fratello peloso che non perderà nessun tuo movimento, specialmente quando capirà dove sono la cucina ed il recipiente dei biscotti.

La vita con i cani è crescere. Non puoi farci niente, non puoi fermare il tempo perché quel cucciolo che hai tenuto in braccio crescerà troppo velocemente, per diventare il grande amico che ti vorrà accompagnare ovunque andrai. I cuccioli durano troppo poco.

La vita con i cani è confronto. Avrai sempre uno sguardo con il quale misurarti, affogherai senza poterti salvare nelle profondità inimmaginabili degli occhi di un cane. Dove la gente crede che non ci sia un’anima.

La vita con i cani è sincera. Non avrai bisogno di raccontar loro una bugia o delle storie inventate perché tanto, qualunque cosa tu dica loro, i cani la sanno. Sempre.

La vita con i cani è scomoda. Ti ritroverai una sera d’inverno, con la tramontana che ti graffia il viso ed il gelo che ti arriva alle ossa, a passeggiare da solo con il tuo cane che corre e scodinzola felice, incurante del vento che gli arruffa il pelo e del caldo che avete lasciato in casa.

La vita con i cani è buffa. Parlerai con un essere che non ti potrà mai rispondere e che però ascolterà ogni tua parola, con così tanta attenzione ed interesse che non ritroverai in nessun altro uomo o donna al mondo.

La vita con i cani è ritorno a casa. Nessuno come il tuo cane sarà felice di vederti ogni volta che spunterai dalla porta dalla quale ti ha visto andar via; imparerà i tuoi orari, riconoscerà il tuo passo e sarà lì ad aspettarti, anche quando sarà vecchio e stanco, saltando di gioia come se non ti vedesse da un mese. Anche se sei uscito per comprare il giornale.

La vita con i cani è rinuncia. Perderai, a poco a poco, quella porzione di divano su cui stavi tanto comodo, dove ti godevi il riposo ed il meritato relax dopo giornate faticose e noiose. E la cosa bella sarà che non ti dispiacerà affatto.

La vita con i cani è comunione. Dividerai il tuo ultimo boccone con il tuo cane, perché non potrai resistere al suo sguardo implorante che hai incrociato purtroppo per te mentre stavi cenando.

La vita con i cani è insegnamento. Sono loro che ti mostreranno, semplicemente correndo in un prato o sulla riva del mare, la bellezza di una giornata di sole e l’importanza di stupirsi – ogni volta – davanti alle cose semplici.

La vita con i cani è amore. Quello che proverai ad emulare, che proverai a restituire al tuo cane senza però riuscirci. Ma cimentarti in questa prova sarà una delle tue imprese più entusiasmanti.

La vita con i cani è un viaggio. Nessun sentiero di montagna ti sembrerà lo stesso dopo che lo avrai percorso insieme al tuo cane: ricorderai profumi, odori e colori del bosco che prima non avevi sentito o visto; proprio come succederà per il tratto di vita che farete insieme.

La vita con i cani è una parentesi. Per te è una parte della tua vita, un dolce intervallo fra mille impegni e anni da riempire di cose da fare, un breve cammino insieme ad un cane che tu ben sai, ad un certo punto, si fermerà per lasciarti andare da solo. Invece, per il tuo cane, la tua vita è tutto.

La vita con i cani è meravigliosa“.

di Piera Alessio

© riproduzione riservata


link dell'articolo