Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione


di Paolo Fileni

Asta record per ‘Covoni’ di Monet

È un nuovo record per l’artista impressionista pagato quanto Cristiano Ronaldo

15 maggio 2019 – L’insondabile, a volte, mondo dell’arte – nella fattispecie della pittura impressionista – continua imperterrito a regalarci notizie sensazionali che non sempre hanno attinenza con la realtà. Nel senso che quasi sempre producono reazioni stupite e incredule da parte dei non addetti ai lavori.

Un dipinto di Claude Monet raffigurante i celebri ‘Covoni’, uno dei venticinque realizzati dal pittore francese con i “mucchi di fieno” come soggetto (vedi foto), è stato battuto all’asta da Sotheby’s a New York per 110,7 milioni di dollari. Un nuovo record per l’artista impressionista.

In euro fanno circa 98,7 milioni. Una bella sommetta non c’è che dire. Più o meno lo stesso importo pagato dalla Juventus al Real Madrid per assicurarsi le prestazioni in bianconero del calciatore fuoriclasse Cristiano Rolando. E su questo, qualcuno potrebbe ribadire: “già, ma un quadro mica fa i gol!

In effetti, è vero. Un quadro non fa i gol, fa molto, ma molto di più. Non sono né un critico d’arte né uno specialista del calcio internazionale né, tantomeno, un esperto d’investimenti al borsino delle opere artistiche, sia che siano prodotte dalle mani di un pittore illuminato e geniale sia dai piedi di un calciatore altrettanto illuminato e tenace baciato dal talento. Ma ci vuol poco per capire perché un quadro fa molto più di un calciatore.

Fra cinquant’anni (ma anche meno), quei Covoni di Monet verranno nuovamente battuti all’asta da Sotheby’s e, con tutta probabilità, spunteranno un prezzo decisamente superiore ai 98,7 milioni di euro. Nello stesso periodo le foto di Cristiano Ronaldo, vendute a qualche nostalgico tifoso o a un collezionista da un bancarellaro di un qualsiasi mercatino delle pulci, spunteranno si e no 10 euro.

Morale. Nella vita conta quel che fai e come lo fai ma, soprattutto, conta quel che lasci a livello materiale. Al di là degli affetti personali e degli arricchimenti del momento, Monet ha lasciato un’opera materiale ed imperitura del suo genio artistico che continuerà a valorizzarsi nel tempo. CR7 lascerà i filmati dei suoi gol e un bellissimo ricordo di sé. Ma si sa, i ricordi, come i sogni, non costano e non rendono nulla. Non c’è mercato per loro.


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

Buone vacanze ai nostri lettori!

Paneburro&marmellata torna a fine agosto


24 luglio 2019 – Credo di essermela meritata una vacanza: 136 articoli d’opinione redatti in circa sette mesi (da gennaio ad oggi), non sono uno scherzo. Sono una media di 20 editoriali al mese. Venti giornate ogni mese dedicate a stimolare l’interesse dei lettori con riflessioni su argomenti d’ogni genere. Un contatto quotidiano mirato a ragionare, insieme, su temi sociali, di cronaca e di politica sia nazionali che regionali.

Che l’obiettivo sia stato raggiunto è fuori discussione. Lo dimostrano i vostri “mi piace”, i vostri commenti in calce ai post sui social, partiti in sordina, all’inizio, per poi raggiungere picchi notevolissimi quando l’argomento trattato era davvero sentito. A riprova che anche un giornale online può creare un “filo diretto” con chi naviga nel profondo blu di Internet. E che non è vero che chi sta sui social è senza pensieri, valori ed opinioni.

Una faticaccia, non lo nascondo, trovare ogni giorno spunti di riflessione capaci di catturare l’immaginario collettivo, e so bene che a volte ci sono riuscito e altre no. Così come a volte i lettori non hanno colto la vera essenza di Paneburro&marmellata. Ma ci sta, da una parte e dall’altra. Quel che conta davvero è questa possibilità di avere a disposizione uno spazio libero dove ognuno può esprime quel che pensa senza lacci o laccioli di sorta.

Paneburro&marmellata da oggi va in vacanza, per tornare fresco e riposato a fine agosto. Corriere del Conero, invece, no: continuerà ad informarvi anche in agosto. Dunque, un arrivederci agli affezionati lettori della striscia quotidiana. Che sia un’estate serena e piacevole per tutti voi e per le vostre famiglie, che andiate al mare, in montagna, in campagna o che restiate a casa. Riposatevi, divertitevi e… “fate i buoni!


link dell'articolo

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi