Tutti i premiati ad Osimo con le Civiche Benemerenze 2020

La cerimonia in Piazza del Comune giovedì 17 settembre ore 21

Osimo, 16 settembre 2020 – Giovedì 17 settembre ore 21, presso la Piazza del Comune, l’Amministrazione comunale osimana con una cerimonia solenne e davanti alle Autorità civili, militari e religiose conferirà le Civiche Benemerenze 2020.

Nell’invitare la cittadinanza a partecipare numerosa, il sindaco Pugnaloni  ha diramato i nominativi delle persone e degli enti premiati con le singole motivazioni. Di seguito, l’elenco completo.

CIVICA BENEMERENZA

DINA DEL CURTO

Motivazione:

Nella Sua lunga vita artistica ha attraversato quasi tutte le tendenze dei diversi momenti della pittura sviluppatisi nel dopoguerra personalizzandone i contenuti. A cominciare dal post impressionismo, al cubismo, alla metafisica, fino a raggiungere la fase floreale nonché quella rievocativa influenzata dalle esperienze di viaggio nei diversi continenti. La sua poliedrica arte pittorica costituisce un prezioso valore per la comunità osimana, nella quale ha sempre vissuto, dando lustro alla cultura figurativa non solo a livello locale, ma anche nella sua dimensione nazionale. Le Sue innumerevoli mostre, circa ottanta in Italia, testimoniano l’intensa attività pittorica che va dal 1944 ad oggi. Apprezzata ovunque ha trasferito la sua arte a più generazioni di studenti osimani, per cui questa municipalità Le deve riconoscenza e stima

MASSIMO MORRONI

Motivazione:

Professore di storia e filosofia, cultore di lettere classiche, sanscrito e astronomia, socio dell’Associazione Marchigiana Astrofili di cui è stato presidente, una vita dedicata alla ricerca e allo studio scrupoloso della storia locale, con una particolare predilezione per Osimo, protagonista con le sue tradizioni, i suoi personaggi, le sue vicende: oltre 100 pubblicazioni portano la sua firma. Dal celebre Dizionario enciclopedico osimano al prezioso repertorio Gnigò, dal Dizionario dei cognomi, al Vocabolario del dialetto osimano. Il suo poderoso e infaticabile lavoro è un punto di riferimento essenziale per la comunità, un contributo senza eguali per la conoscenza del nostro territorio.

CITTADINANZA ONORARIA

PIETRO FOLENA

Motivazione:

Già deputato della Repubblica italiana dal 1987 al 2008 e Presidente della settima commissione cultura della Camera, nel 2009 fonda l’associazione “MetaMorfosi”, di cui è Presidente, mettendo a disposizione una significativa esperienza maturata negli anni a favore di una pratica culturale che, attraverso l’organizzazione di importanti esposizioni d’arte, in Italia e in Europa, promuove la cultura e la bellezza. Palazzo Campana è diventato il luogo elettivo di questo connubio di idee e valori morali, uno spazio del nostro tessuto che è stato in grado di offrire una linea artistica attorno a grandi fenomeni culturali, consentendo alla città di Osimo di inserirsi nel circuito europeo delle mostre da non perdere, a conferma di una proposta culturale e artistica che apre lo sguardo verso nuovi orizzonti della bellezza.

ALLA MEMORIA

Claudio Piazzini; Tarcisio Morbidoni; Claudio Buccetti; Giuseppe Beccacece; Aniello Foria; Piergiorgio Pesaresi; Giuseppe Baldinelli; Rocchi Andrea

UNA VITA PER IL LAVORO

Bambozzi Nello di Bambozzi Sandro & C.; Rossano Gardoni; Mario Giulietti; Alessandro Andreani

MENZIONE SPECIALE

Mattia Fiumani

Motivazione

Il suo talento e per la passione per il cinema che inizia già durante gli ultimi anni di università. Dopo la laurea prosegue gli studi in Filmmaking & Directing alla New York University. Nel 2010, mentre lavora come architetto al Cairo, gira il primo documentario di 25 minuti sul palazzo Sakakini, un edificio barocco abbandonato in centro città. Il lavoro viene prodotto dalla Delegazione dell’Unione Europea in Egitto con l’appoggio del Ministero della Cultura egiziano. Nel 2014 si trasferisce a Los Angeles per curare la regia del video musicale “Colonize The Moon” del rapper Busdriver e collabora come regista a vari progetti con la casa di produzione De Laurentiis a Hollywood. Il suo ultimo cortometraggio “Notebook”, ambientato a Los Angeles ma interamente girato nella regione Marche, ottiene un Best Director Honorable Mention Award al Los Angeles Film Awards e altri premi presso festival come Independent Shorts Awards e il Madrid Indie Film Festival.

Luciana Valenti

Motivazione

Dopo una vita spesa per l’insegnamento, impegnandosi nel mondo dello scautismo e del volontariato, e fondando nella nostra città, insieme al Maestro Nardino Carnevali, la prima scuola serale per i cittadini immigrati, si è contraddistinta per una intensa attività di ambasciatrice della cultura cittadina, prodigandosi per la valorizzazione e la conoscenza del patrimonio artistico, delle iniziative culturali e delle mostre d’arte della città di Osimo.

Carlo Carletti

Motivazione

“Già Presidente dell’Ente Manifestazioni Artistiche EMA, ha contribuito in maniera significativa alla nascita e all’affermazione del “Festival internazionale di Danza e Balletto” e del Concorso “Coppa Pianisti di Osimo”.

Maria Laura Passarini

Motivazione

Grazie al suo talento di restauratrice e ad una non comune sensibilità nei confronti del bello è stato possibile restituire alla città una parte importante del suo patrimonio artistico, fra cui spicca il preziosissimo polittico dei fratelli Viavarini.

Compagnia Teatrale Sale, Pepe e Peperoncino

Motivazione

Per aver valorizzato il dialetto osimano e le sue tradizioni contadine attraverso le opere di Massimo Pieretti. Si è inoltre distinta per aver recitato gratuitamente all’interno delle case di risposo e della mensa dei poveri.

Cecconi Mauro

Motivazione

Fondata nel lontano 1863, la Barbieria Cecconi ha attraversato ben cinque generazioni, tramando il proprio mestiere di padre in figlio, confermandosi oggi come una delle attività artigiane più longeve del territorio.

PREMIO ALLA CARRIERA

Antonio Patani e Andrea Falcetelli

Motivazione

Da quarant’ anni, con stile unico e con attenzione costante all’evoluzione dei gusti musicali, ha operato e continua ad operare come deejay, oltre che in alcune emittenti locali, in numerosi locali di intrattenimento della provincia di Ancona e Macerata. Intramontabile nel suo ruolo grazie ad una spiccata sensibilità che gli consente di percepire ed anticipare le aspettative di chi affolla le sue serate, con l’unico scopo di divertirsi.

ENCOMIO CIVICO

COMMISSARIATO DI PUBBLICA SICUREZZA DI OSIMO

Motivazione

Per la generosa abnegazione e la spiccata professionalità dimostrate nell’assolvimento dei propri compiti istituzionali che hanno prodotto brillanti risultati nel campo della prevenzione e della repressione dei reati.

L’Amministrazione comunale sentitamente ringrazia.

COMANDO DI POLIZIA LOCALE DI OSIMO

Motivazione

Per la generosa abnegazione e la spiccata professionalità dimostrate nell’assolvimento dei propri compiti istituzionali che hanno prodotto brillanti risultati nel campo della prevenzione e della repressione dei reati.

L’Amministrazione comunale sentitamente ringrazia.

COMANDO DELLA COMPAGNIA DEI CARABINIERI DI OSIMO

Motivazione

Per la generosa abnegazione e la spiccata professionalità dimostrate nell’assolvimento dei propri compiti istituzionali che hanno prodotto brillanti risultati nel campo della prevenzione e della repressione dei reati.

L’Amministrazione comunale sentitamente ringrazia.

COMANDO DEI VIGILI DEL FUOCO DISTACCAMENTO DI OSIMO

Motivazione

Per la grande professionalità, prontezza, sprezzo del pericolo dimostrati nella gestione di un pericoloso incendio che ha interessato un’area abitata di circa 10 ettari del territorio comunale. Il rapido e sinergico intervento delle forze in campo, costituite da nove squadre dei Vigili del Fuoco, dell’elicottero Antincendi boschivo regionale, di due squadre di volontari provenienti dai Comuni di Filottrano e Castelfidardo, ha consentito di salvaguardare l’incolumità di persone ed abitazioni, nonché di limitare fortemente l’area interessata dal fuoco, mettendo a repentaglio la salute di tutti gli Operatori che sono intervenuti con coraggio e grande spirito di abnegazione.

RICONOSCIMENTO PER IL VOLONTARIATO

Maurizio Caporilli

Motivazione:

Da sempre in prima linea nel mondo del volontariato, con particolare riferimento al suo contributo umano e professionale a sostegno della Croce Rossa Italiana e dell’Associazione Italiana Donatori Organi.

Associazione “Qui ed Ora”

Motivazione: 

il costante impegno professionale nell’ascolto e nel supporto verso le famiglie che vivono momenti di difficoltà e di disagio.

Associazione Amici Animali  

Motivazione: 

Per l’encomiabile impegno volontario nella cura, nella tutela e nell’adozione degli animali del territorio, in particolare quelli abbandonati o vittime di maltrattamento.

RICORRENZE SPECIALI

Ordine dei Frati Conventuali Minori di Osimo (800 anni della loro presenza ad Osimo)

Banda Città di Osimo (200 anni dalla sua fondazione)

AVIS Comunale Osimo (90 anni dalla sua fondazione)

ASD Osimo Stazione Calcio (60 anni di attività)

Azienda Gramaglia (40 anni di attività)

MS SRL DI Sauro Macrolei (40 anni di attività)

Giuseppe Serrini

Motivazione: 

Nel 50° anno dalla nascita della Regione Marche, l’Amministrazione Comunale lo ricorda quale 1° Presidente dell’Istituzione.

 

redazionale

© riproduzione riservata


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

Il dilemma dei cameranesi doc

Dove andrà a finire il loro voto per le Regionali?


Camerano, 16 settembre 2020 – Mancano quattro giorni all’apertura dei seggi per votare sì o no al referendum confermativo del taglio dei parlamentari. Un election day per la verità, dal momento che qui nelle Marche si vota anche per eleggere il nuovo Presidente di Regione e, in tre Comuni nella provincia di Ancona, si vota anche per eleggere il nuovo Sindaco.

Qui a Camerano saranno due le schede che verranno consegnate agli elettori: quella per il referendum e quella per le regionali. E su quest’ultima mi vorrei soffermare. Non foss’altro, perché qui a Camerano a distanza di vent’anni c’è un cameranese doc candidato alla carica di consigliere regionale nelle fila di Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni. Unico candidato in tutto il Comune. Si chiama Lorenzo Rabini (foto) e in paese lo conoscono praticamente tutti. Perché è stato – ed è –  consigliere comunale dal 2001 e consigliere provinciale dal 2007.

Una lunga militanza politica la sua, che nel 2000 lo aveva già portato ad una prima candidatura alla Regione: “Quello fu un modo per farmi conoscere territorialmente” dice lui a tal proposito.

Ma è un’altra la riflessione che vorrei fare e la domanda che mi pongo. Una curiosità che senz’altro verrà appagata il 22 settembre a scrutini terminati. Quanti voti i cameranesi, dirotteranno su di lui? Camerano è un Comune che da decenni è governato dal PD, anche se il sindaco in carica me lo negò espressamente a precisa domanda anni fa. E se il PD sta lì da tempo, significa che di simpatizzanti in paese ne ha una buona manciata.

Cosa prevarrà negli animi di questi simpatizzanti, la bocciatura a prescindere verso un uomo di centrodestra, o la volontà e la necessità di avere in Regione uno che li rappresenti? Per giunta, uno di loro, un compaesano. Detta in un altro modo, quanto hanno colto, i cameranesi, della lunga esperienza politica accumulata negli anni da Rabini? Quanto potrà essere utile un compaesano in Regione per provare a cambiare le sorti e il futuro di un paese come Camerano che si sta spegnendo giorno dopo giorno? Sempre, ovviamente, che Rabini in Regione ci arrivi.

Personalmente, ho sempre pensato e pesato il mio voto badando più al candidato e al suo programma; cercando di valutare come si è mosso negli anni e quanto ha prodotto, come lo ha prodotto e verso chi, piuttosto che basarlo sul colore di una bandiera o di una chiesa. Eppoi, diciamocelo: tra avere un conoscente in Regione e non averlo, è sempre preferibile averlo: non si sa mai!

Staremo a vedere come la pensano e come si muoveranno i cameranesi. Se la vivranno come un’opportunità in più o: “chi se ne importa, tanto il paese è quello che è e non sarà certo un Rabini di turno a cambiare il suo destino”, come mi ha detto tempo fa un altro cameranese doc.

© riproduzione riservata

 


link dell'articolo

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi