BiANCONAtale: il bilancio conclusivo della kermesse anconetana

Si è concluso con grande successo il BiANCONAtale di Ancona. Un successo decretato dalla presenza costante nel periodo di migliaia di cittadini e turisti che hanno vissuto l’atmosfera natalizia nei diversi luoghi della città e partecipato attivamente ai tanti eventi proposti.

«Il risultato premia la scommessa fatta sul Natale – dichiara il sindaco Valeria Mancinelli come momento di grande coinvolgimento e partecipazione dei cittadini, ma anche come possibile attrattore di presenze da un contesto territoriale più ampio. E questo procura benefici notevoli alle attività commerciali e non, in un momento cruciale dell’anno. I risultati premiano anche lo sforzo organizzativo e strategico del Comune e dei tanti soggetti coinvolti: dagli sponsor ai partner, dalle scuole alle tante associazioni di cittadini che sono diventate, in vari momenti, protagoniste esse stesse del Natale, contribuendo, grazie al loro impegno, a dare spessore a questo  grande cartellone di 44 giorni di eventi».

Valeria Mancinelli, sindaco di Ancona

I numeri della kermesse

La partecipazione

  • 20.000 le persone che hanno partecipato all’accensione dell’albero
  • 100.000 le visualizzazioni del video di accensione dell’albero (e 1.000 condivisioni)
  • 14.000 gli utenti dei trenini
  • 500 le presenze medie giornaliere nei festivi nei parcheggi Traiano, Archi e Cialdini
  • 12.500 i visitatori del presepe vivente di Pietralacroce e dell’Anfiteatro Romano-auto nei park gratuiti

Il mondo Bimbi

  • 560 le letterine per Babbo Natale consegnate presso la cassetta della posta
  • 900 i bambini che hanno cantato sotto l’albero di Natale
  • 3 gli appuntamenti con le fiabe itineranti
  • 1 Casetta di Babbo Natale e degli Elfi
  • 2 i trenini Centro e Corso Amendola
  • 40 i giorni di trenino gratuito per i bambini
  • 38 i Babbi Natale arrivati in Sup al porto
  • 1 Corsa dei Babbi Natale
  • 4 i pomeriggi di baby sitting gratuito

Gli allestimenti

  • 27.000  le luci a led per l’albero di piazza Roma
  • 23.000 metri le luminarie della città
  • 2.000  metri il tappeto rosso
  • 240 metri quadrati la pista di pattinaggio
  • 32 metri l’altezza della ruota panoramica
  • 21 gondole, fino a 127 persone in contemporanea, 15.000 punti luce a led della ruota
  • 12 metri l’altezza dell’albero
  • 40 casette del mercatino di piazza Cavour

Gli eventi e l’animazione del Natale

  • 64 gli spettacoli e gli appuntamenti sotto l’albero e in giro per la città
  • 34 i cori sotto l’albero, nelle piazze e nelle chiese cittadine
  • 5 concerti di Christmas Jazz
  • 3 concerti gospel
  • 145 artisti che hanno lavorato sotto l’albero
  • 1 mostra ad hoc al mercato delle Erbe
  • 1 pianista in giro per la città

Tutto questo per una spesa che, a budget, si aggira intorno ai 200mila euro: 115mila euro per le luminarie, 65mila per gli eventi. Circa la metà dell’intero investimento è stato coperto dagli sponsor: Sida Group ha allestito l’albero di Piazza Roma e la mostra al Mercato delle erbe per un totale di circa 30mila euro; Prometeo Estra ha versato circa 48mila euro. Mentre a finanziare le iniziative hanno contribuito anche banche e aziende private, con Cna e Cgia che hanno allestito i mercatini in Piazza Pertini e Corso Mazzini.

 

redazionale


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

a cura di Paolo Fileni
Pane Burro & Marmellata

CAMERANO E I FURTI DEGLI IMBECILLI!

14 novembre 2018 – Mentre nel mondo si sta consumando la tragedia dell’Isis, l’Inghilterra è a un passo dalla soluzione della Brexit e il governo italiano sfida apertamente l’Ue sulla Manovra di bilancio, a Camerano: settemila anime ai margini del Parco del Conero, l’imbecillità di un paio di ladruncoli da strapazzo fa dimenticare tutto ciò.

Ieri mattina Don Aldo, parroco di Camerano, si è accorto che la Madonnina a Fuor di porta era sparita dalla sua nicchia lungo le scalette che portano ai giardini. Una Madonnina che stava lì da sempre, senza nessun valore artistico o commerciale, ma di enorme valore religioso ed affettivo per tutta la comunità. Credente o non credente. Rubata da ignoti.

Camerano – La nicchia vuota della Madonnina

Madonnine così esistono ovunque. Non c’è paese in Italia che non ne abbia almeno una incassata in un nicchia lungo una strada o custodita in qualche edicola votiva. Che te ne fai di una Madonnina del genere, rubata alla comunità, quando sul mercato la puoi acquistare a poche decine di euro?

Sempre ieri mattina, sempre a Camerano. Un lettore del giornale esce con il cane. Ha con sé un cestello contenente sei bottiglie di plastica, vuote. Lo lascia di fianco alla casetta dell’acqua in Piazza Aldo Moro: finito il giro con il cane, al ritorno, riempirà le bottiglie. Ma le dimentica lì. Succede. Se ne ricorderà la sera, quando è ora di riportare fuori il cane. Va speranzoso alla casetta dell’acqua ma non trova più né il cestello né le bottiglie di plastica vuote. Rubate! Valore del bottino, non più di un euro.

Si sa, la madre degli imbecilli è sempre incinta, e pure quella degli idioti si difende bene, ma qui si va oltre. Qui non si è rubato per lucrare. Qui c’è la maleducazione e la mancanza di rispetto verso le cose altrui. Verso il sentire comune, verso il senso d’appartenenza. Qui si è rubato per meschinità! “Due sono le cose che distruggono presto la vita: la stoltezza e la meschinità” (Baltasar Gracián).

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi