Agenda Estate, eventi ad Ancona dal 26 al 31 agosto

Cinema, libri, teatro, musica e mostre

Ancona,  26 agosto 2020 – Prosegue, senza soluzione di continuità, il cartellone degli eventi, delle iniziative e delle mostre e musei aperti in città nel mese di agosto. Di seguito, il programma da mercoledì 26 agosto al 2 settembre .

mercoledi 26 agosto

  • Alle ore  21:30 – LAZZARETTO CINEMA – Canalone MOLE – proiezione film “ROMA” di Federico Fellini. Con Alvaro Vitali,Fiona Florence.Italia, 1972. Ingresso unico 4 euro
  • ore 21.30 TROPICITTA’  – Arena Cinema Italia – C.so Carlo Alberto – Proiezione del film “JOJO RABBIT” ingresso 7,00 euro
  • ore 6.00 FESTIVAL ADRIATICO MEDITERRANEO Scalinata del Passetto – concerto di Oi Dipnoi – etno-folk siciliano, ingresso gratuito
  • ore 17.00 FESTIVAL ADRIATICO MEDITERRANEO – Mole – spazio cinema
  • ore 17,00 – incontri – LIBIA: IL NAUFRAGIO DELL’UMANITA’, ingresso gratuito

 FESTIVAL ADRIATICO MEDITERRANEO

  • ore 18.30 MOLE – sala Boxe – incontri – GUERRE E PACE NEI MARI DELLA STORIA, ingresso gratuito
  • ore 21.00 FESTIVAL ADRIATICO MEDITERRANEO – MOLE – corte, musica, TOSCA- il suono della voce. ingresso 20.00 euro
Tosca ad Ancona per il Festival Adriatico Mediterraneo

giovedi 27 agosto

  • ore 21.30 TROPICITTA’  – Arena Cinema Italia – C.so Carlo Alberto – Proiezione del film “TAPPO” ingresso 7,00 euro
  • ore  21:30 – LAZZARETTO CINEMA – LETIZIA BATTAGLIA – SHOOTING THE MAFIA. ANTEPRIMA di Kim Longinotto, Con Letizia Battaglia. Irlanda, 2019 in collaborazione con Nuovo cinema Azzurro Ingresso unico 5 euro

FESTIVAL ADRIATICO MEDITERRANEO

  • ore 6.00 scalinata del Passetto concerto all’alba “GIOIELLI BAROCCHI” del duo Katia Ghigi, violino e Michele Rossetti, tastiera. ingresso gratuito

FESTIVAL ADRIATICO MEDITERRANEO

  • ore 17.00 MOLE – sala Boxe – incontri – Per terra, per mare e per cielo: storie di uomini e parassiti – incontro con Gilberto  Corbellini, ingresso gratuito

FESTIVAL ADRIATICO MEDITERRANEO

  • ore 18.30 MOLE – spazio cinema – incontri – Incontro con la scrittrice Pinar Selek, ingresso gratuito

FESTIVAL ADRIATICO MEDITERRANEO

  • ore 21.00 MOLE – Corte – spettacolo teatrale BAR NOSTRUM – prima assoluta , ingresso 10 euro
Prima teatrale di BAR NOSTRUM alla Mole

venerdi 28 agosto

  • ore 21.30 TROPICITTA’  – Arena Cinema Italia – C.so Carlo Alberto – Proiezione del film “SORRY WE MISSED YOU’”, ingresso € 7,00
  • ore 21.30 LAZZARETTO CINEMA – Canalone MOLE – proiezione film “EMA” anteprima di Pablo Larrain. Con Gael Garcia Bernal, Santiago Cabrera. Cile, 2019. In collaborazione con Nuovo Cinema Azzurro. Ingresso unico 5 euro
  • ore 21.15 per Cinematour, a TORRETTE – piazza centro commerciale si proietta il film “THE SQUARE” ingresso libero – gradita prenotazione al numero 071-222 2569
  • ore 21.30 PARCO BELVEDERE POSATORA – ORCHESTRA FIATI ANCONA IN CONCERTO “Dalla Terra al Mare” per prenotazioni tel 071/222 2429-2446; in caso di maltempo il concerto é posticipato a sabato 29 agosto ore 21,30

FESTIVAL ADRIATICO MEDITERRANEO

  • ore 6.00 scalinata del Passetto, concerto di FORM “Musicauna Ensemble” – concerto all’alba – ingresso gratuito

FESTIVAL ADRIATICO MEDITERRANEO

  • ore 17.00 MOLE – spazio cinema – incontri – Sotto Padrone. Uomini, donne e caporali nell’agromafia italiana. Regolarizzazioni e decreti sicurezza, in collaborazione con Amnesty Marche/Libera Ancona presidio Rocco Chinnici; ingresso gratuito

FESTIVAL ADRIATICO MEDITERRANEO

  • Mole- spazio cinema – incontri – “La strategia della paura” con Angelo Ventrone, a cura del Garante dei diritti alla persona Regione Marche; ingresso gratuito

FESTIVAL ADRIATICO MEDITERRANEO

  • ore 21.00 Mole – Corte – spettacolo teatrale  “Fiume, una storia italiana” Giordano Bruno Guerri- voce recitante/Renzo Ruggieri – fisarmonica; ingresso 10,00 euro

sabato 29 agosto

  • ore 21.30 TROPICITTA’  – Arena Cinema Italia – C.so Carlo Alberto – Proiezione del film “UN FIGLIO DI NOME ERASMUS” ingresso 7,00 euro
  • ore 21.15 Per Cinematour, all’ASPIO – Area parrocchiale si proietta il film “LONTANO LONTANO”- diretto da Gianni Di Gregorio. Ingresso libero – gradita prenotazione al numero 071-222 2569

FESTIVAL ADRIATICO MEDITERRANEO

  • ore 6.00 scalinata del Passetto – concerto all’alba di ELVA LUTZA & RENAT SETTE: AMADA TRIO ingresso gratuito

FESTIVAL ADRIATICO MEDITERRANEO

  • ore 17.00 MOLE – sala Boxe – incontri – BLUE – reportage sui diritti degli animali, intervengono gli autori Matteo Natalucci e Luca Santini

FESTIVAL ADRIATICO MEDITERRANEO

  • ore 18.30 MOLE – spazio cinema – incontri – Geopoetica dell’Adriatico-Ionio, ingresso gratuito

FESTIVAL ADRIATICO MEDITERRANEO

  • ore 21.00 MOLE – corte – musica – Concerto di Branko Galoic Quartet, ingresso 10,00 euro
Branko Galoic Quartet

Pinacoteca Comunale “F. Podesti” – Visita guidata serale ore 21,00 (ogni sabato di agosto) – ingresso Vicolo Foschi 4. Nel mese di agosto la Pinacoteca di Ancona apre le sue porte di sabato sera alle ore 21.00 con visite guidate alla collezione di arte antica e moderna. Tiziano, Lorenzo Lotto, Carlo Crivelli, sono solo alcuni degli artisti le cui opere sono conservate nella Pinacoteca Civica “F. Podesti”. Costo della visita 3,00 euro. Posti limitati. Prenotazione obbligatoria: museicivici.ancona@gmail.com; 071 2225047 (in orario di apertura della Pinacoteca)

domenica 30  agosto

  • ore 21.30 TROPICITTA’  – Arena Cinema Italia – C.so Carlo Alberto – Proiezione del film “GLI ANNI PIU’ BELLI” ingresso 7,00 euro
  • ore 21.15 Per Cinematour, a GALLIGNANO – piazza ingresso paese si proietta il film “VITA DI PI”-diretto da Ang Lee. Ingresso libero – gradita prenotazione al numero 071-222 2569

lunedi 31 agosto

  • ore 21.30 TROPICITTA’  – Arena Cinema Italia – C.so Carlo Alberto – Proiezione del film “MATTHIAS E MAXIME” ingresso 7,00 euro
  • ore 18.30 MOLE – Corte – I LIBRI E LA CITTA’ – Carboneria letteraria, La scrittura uccide a cura di Libreria Feltrinelli

 

redazionale

© riproduzione riservata

 


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

Notte di San Lorenzo, notte di sogni e di speranza

Con il naso all’insù per le stelle cadenti


Camerano, 10 agosto 2022 – Lo confesso, sono tante le notti di San Lorenzo che ho passato con il naso all’insù aspettando di veder cadere una stella. E confesso, anche, di aver espresso desideri nascosti a quella scia luminosa affidandogli, nel breve arco di tempo e di spazio del suo sfrecciare nel buio, la possibile realizzazione dei miei sogni. Credendoci, credendoci davvero, tanto era la voglia che mi portavo dentro di vederli concretizzati.

L’ho fatto sin da quando, bambino, ho appreso dell’esistenza di questo credo popolare. E lo faccio ancora oggi, nonostante la tarda età e la consapevolezza sia solo un credo popolare e niente di più. Crescendo, per molti anni ho abitato in un Comune il cui motto è: “Ad sidera tendit”, volgarmente tradotto “tendere alle stelle” proiettati verso l’alto. Qualcosa vorrà pur dire!

Ho affidato alle stelle cadenti il mio desiderio di riuscire ad acquistare per mio conto la prima motocicletta e correrci, e dopo un po’ il desiderio s’è avverato. Gli ho affidato quello di riuscire a pubblicare il mio primo romanzo e, tac! dopo un po’ l’ho pubblicato. Stessi affidi per un amore, per la nascita di un figlio, per realizzare il sogno di avere un giornale tutto mio. Tutti concretizzati.

Lo so. Lo so benissimo che con tutta probabilità quei sogni si sarebbero realizzati anche senza l’affido alle stelle cadenti, ma l’averlo fatto in tempi non sospetti ogni volta mi trasmetteva una speranza in più. Come se da lassù, nel profondo blu cobalto del cielo, una forza superiore potesse lavorare a mio favore: le stelle cadenti, e non un Dio, scelte forse a discapito del secondo perché non credente. Ma in fondo, in fondo, dove sta la differenza?

Credo di non essere l’unico essere umano ad averlo fatto. Credo, anzi, d’essere in buona compagnia. Gli individui, donne e uomini, nel proprio intimo più nascosto sanno di aver bisogno di una qualche entità capace di non farli sentire soli. Soli e disarmati di fronte alla quotidiana guerra contro il destino e le avversità. Contro le proprie debolezze.

“Noi siamo fatti della stessa sostanza dei sogni…” ha scritto William Shakespeare ne: La Tempesta intorno al 1610, aggiungendo: “… e nello spazio e nel tempo d’un sogno è raccolta la nostra breve vita”.

E allora, che cosa c’è di meglio dell’affidare i nostri sogni, la nostra vita, ad una stella cadente nel breve spazio e tempo della sua traiettoria luminescente nella volta del cielo? Male non fa.

Questa notte, l’ennesima, starò con il naso all’insù nella speranza di vedere una scia luminosa. Ormai ho poco da affidargli, se non la speranza di continuare ancora per un po’ in buona salute. Per me e per i miei cari. Per il resto, quel che c’era da realizzare l’ho in parte realizzato e in parte no, sudando comunque parecchio. E non saprò mai se loro, le stelle cadenti, mi abbiano davvero dato una mano. Scientemente, non lo credo, ma mi piace pensare che me l’abbiano data. E spero dal profondo l’abbiano data anche a voi. Siamo fatti della stessa sostanza dei sogni

© riproduzione riservata


link dell'articolo