Girogustando apre col botto: Forrò Mior in piazza

Torna la rassegna enogastronomica con musica, mercatino, area giochi e animazione per tutti. Il programma di domani

Castelfidardo, 4 luglio 2018 Tornano i sapori e gli spettacoli di Girogustando, la rassegna eno-gastronomica del giovedì che caratterizza l’estate castellana. Cinque le date inserite in calendario dal 5 luglio al 2 agosto, 14 i punti ristoro ove scegliere fra una vasta gamma di menù a prezzi convenzionati, un folto cartellone di iniziative gratuite allestito da assessorato alla Cultura e Pro loco in collaborazione con le attività commerciali imperniato su una parte fissa ed un filone che si rinnova spaziando fra musica, teatro, danza, dj set esibizioni sportive.

«Ferma restando la formula base, abbiamo limato alcuni aspetti per rendere Girogustando ancor più appetibile, allungando il percorso che va dall’Occhio di Horus alla III Repubblica, creando un’ulteriore punto di attrazione nel vicolo Montebello e collaborando in maniera sempre più proficua con l’associazione che una cinquantina di esercenti sta costituendo per lavorare in sinergia», spiega l’assessore Ruben Cittadini.

Si parte dunque domani, giovedì 5 luglio, assaporando subito novità ed ospiti di spicco nel contesto del mercatino (Expogustando) e dell’area bimbi che fa da cornice in un centro storico chiuso al traffico. Alla libreria Aleph, dalle 19, evento fanfiction su Harry Potter: quiz, curiosità, confronto tra fans, commenti e suggestioni intorno al mondo di Hogwarts e dintorni.

L’animazione si accende poi nel vicolo Montebello con la musica mediterranea del trio Gallotta-Cattaneo-Savoretti, al pub O ‘Brian di via Marconi con il Karaoke e alla III Repubblica di via Breccia con il rap senza testa crew. Alle 21.30, l’esibizione all’Occhio di Horus di Porta Marina della Cagiara sband live e in Auditorium San Francesco con il Diamon ballet dance & art academy dello studio danza Astinga.

I Forrò Mior in concerto domani sera in Piazza della Repubblica

Prima di chiudere la lunga serata con il dj set a Porta Marina, Girogustando regala alle 22.00 in piazza della Repubblica una perla: il concerto esplosivo ed emozionante di forró pé de serra dei Forrò Mior. Fisarmonica, chitarra, zabumba e triangolo Alberto Becucci, Nicolás Farruggia, Timoteo Grignani e Walter Martins) creano una groove ritmica irresistibile in cui si fonde il canto, leggero ed intenso, che parla di festa, di danze, ma anche di storie di immigrazione, di lontananza e di saudade. Numerose le contaminazioni musicali: dalla milonga, alla cumbia fino al calypso, al samba e al latin jazz, prestigiose le collaborazioni che la band può vantare, tra cui quelle con Vinicio Capossela e la Bandabardó.

Offerte speciali presso le attività commerciali e menu a prezzi di degustazione:

L’Angolo Giusto, Pizzeria Cuore di Pizza, Vigor Castelfidardo con Centro Carni Villa Musone, Circolo Boccascena, Pizzeria Rosticceria Mazzieri Pierina, Pub O’Brian, Pizzeria La Grotta, Ten Café, Tiffany Café, Pizzeria Pizza Più, Caffé della Piazza, Il Mattarello, La III Repubblica, Venice bar.

Programma 5 luglio:

dalle ore 19.00 Centro Storico Expogustando

ore 19.00 Libreria Aleph Harry Potter Evento fanfiction

ore 19.00 Vicolo Montebello Mad Ensemble Musica mediterranea con Sandra Cattaneo (voce), Cosimo Gallotta (chitarra), Francesco Savoretti (percussioni)

dalle ore 20.30 O’Brian Irish Pub Karaoke

ore 21.00 La III Repubblica  – Rap Senza Testa Crew

ore 21.30 Auditorium San Francesco Daimon Ballet Astinga con danza aerea e prova per tutti

ore 21.30 Occhio di Horus Cagiara Sband live

ore 22.00 Piazza della Repubblica Forrò Mior. Un concerto esplosivo ed emozionante di forró pé de serra con contaminazioni afro-latin..

ore 23.00 Piazzale don Minzoni DJ set

 

redazionale


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

Procida Capitale Cultura 2022, Ancona non ce l’ha fatta!

Il sindaco Valeria Mancinelli: “il nostro progetto, popolare, di crescita e di sviluppo, va avanti”


Ancona, 18 gennaio 2021 – Nella mattinata odierna la commissione del MiBACT presieduta da Stefano Baia Curioni ha proclamato la città di Procida (foto) Capitale italiana della Cultura per il 2022. All’annuncio dato dal ministro Dario Franceschini, sull’isola si è scatenato un tifo da stadio.

I complimenti della commissione, al termine della cerimonia d’assegnazione, sono andati tutti al sindaco Raimondo Ambrosino e al suo staff. La motivazione ha premiato la congiunzione tra il valore del progetto, la sostenibilità economica e le sue ricadute socio culturali. «Siamo strafelici – ha esultato fra le lacrime il sindaco Ambrosino – è un’opportunità storica per noi, per tutte le isole e per l’Italia meno in luce».

Delusione per la città di Ancona, anche se mascherata da ottimismo. La città dorica non ce l’ha fatta a convincere i membri della commissione con il suo progetto incentrato tra l’altro sulla cultura dell’Altro, sull’intenzione di far diventare ordinario lo straordinario, come aveva spiegato l’assessore Paolo Marasca in sede di audizione con il MiBACT.

«È stata appena proclamata la Capitale italiana della cultura 2022. La scelta è caduta su Procida. Mi complimento con il collega sindaco e la comunità dell’isola – il commento ufficiale del sindaco Valeria MancinelliSiamo fieri delle parole del presidente della commissione che ha valutato i progetti e ne ha sottolineato il valore, non solo nazionale ma anche europeo. Siamo anche felici di come è stata motivata la scelta della capitale perché la linea su cui si è mossa Procida e il messaggio che ha voluto lanciare hanno molte affinità con il nostro. Dunque siamo sulla strada giusta. Come ho più volte ribadito il nostro progetto, popolare, di crescita e di sviluppo, va avanti. E lo realizzeremo insieme».

Dunque, nonostante i suoi 2400 anni di storia ed un progetto ampio e variegato, Ancona non ce l’ha fatta. Bocciata per il secondo anno consecutivo dopo il primo tentativo del 2020. A batterla è stata Procida, una cittadina di poco più di 10mila abitanti che si affaccia sul mare del Golfo di Napoli, resa famosa a livello internazionale da Massimo Troisi che qui ha girato molte scene del film Il Postino.

Ancona e Procida, due città bagnate dal mare. 100mila abitanti contro 10mila. Con tutta probabilità, le acque del Golfo di Ancona sono diverse da quelle del Golfo di Napoli. Nonostante la delusione per un’opportunità mancata di crescita importante sul piano socio-culturale e turistico, dal capoluogo delle Marche un in bocca al lupo sincero a Procida: sull’isoletta il 2022 sarà un anno fantastico!

© riproduzione riservata


link dell'articolo

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi