Estat(E)venti 20, sorprese sotto le stelle

Cinema all’aperto, musica, eventi e mostre; la riapertura del Museo lancia la volata al PIF

Castelfidardo, 8 luglio 2020 – Un’estate diversa dal solito, dalla formula corretta e rinnovata, come la prudenza e i protocolli di questa fase storica impongono a tutela della salute pubblica. Il divieto di assembramento ha provocato l’inevitabile rinuncia ad alcuni dei tradizionali cardini del programma estivo – vedi Girogustando – ma l’offerta di assessorato alla Cultura e Pro Loco è ricalibrata per vivere disciplinatamente altri momenti di svago e socialità.

«Facciamo di necessità virtù», dice l’assessore Ruben Cittadini che ha lavorato su idee alternative. Ecco così prendere forma dal 10 luglio al 21 agosto la rassegna “Era di venerdì”, il cui titolo «è ispirato all’omonimo film e alla tradizione del venerdì fidardense caratterizzato dal mercatino, rimasto nei ricordi di tanti».

Castelfidardo – L’assessore alla Cultura Ruben Cittadini (foto: Atelier creativo Marco Nisi Cerioni)

In Piazza della Repubblica, dotata di 75 posti a sedere, va in scena un omaggio ad Alberto Sordi i cui principali successi (nell’ordine: Un americano a Roma, Il medico della mutua, Il marchese del grillo, Finchè c’è guerra c’è speranza, Polvere di stelle, La grande guerra) vengono proiettati su un telo di dimensioni 4×3 adiacente la parete della Collegiata messa a disposizione dal parroco Don Bruno. Sei pellicole storiche in altrettanti venerdì per omaggiare i cento anni della nascita dell’Albertone Nazionale con inizio alle 21.30 e ingresso gratuito su prenotazione ai seguenti numeri e link: 0717822987, https://prenotazioni.prolococastelfidardo.it/

In concomitanza, a Porta Marina intrattenimento a misura di famiglia con spettacoli di artisti di strada, clown, magia e giocoleria nel rispetto del distanziamento a beneficio dei più piccoli. Nel centro storico chiuso al traffico le serate di giovedì, sabato e domenica sono invece all’insegna della musica dal vivo e dj-set in collaborazione con pub O’ Brian e La Centrale, mentre i mercoledì (15-22-29 luglio, 5 agosto, ore 21.15) tornano gli appuntamenti con le Conversazioni promosse dalla Fondazione Ferretti ai giardini Mordini: capienza 50 posti su prenotazione allo 071 7206592.

Il 18 luglio si inaugura in Auditorium San Francesco la mostra di David Broker “l’Attivista”, aperta fino al 16 agosto con ingresso libero negli orari 10:30-12:30 e 18:00-20:00 grazie alla disponibilità di Pro Loco e Associazione carabinieri in congedo. Con i suoi disegni a matita, ricchi di texture grafiche e rari inserti di colori sgargianti, l’Attivista è al tempo stesso attore e spettatore dell’opera.

Dal 25 luglio iniziano inoltre le riprese del documentario di Sky arte dedicato alla fisarmonica di Castelfidardo, con la prestigiosa voce narrante di un artista del calibro di Raphael Gualazzi, il cui personalissimo stile basato su studi classici contaminati da un arcobaleno di generi, ben si sposa con l’ecletticità dello strumento ad ancia, accanto al quale si esibirà anche in una serata speciale del PIF (sabato 19 settembre insieme al direttore artistico Renzo Ruggeri).
Nel palinsesto non manca l’impegno della civica scuola di musica “Soprani” protagonista il 30 luglio con Infinito come genio, lettura parallela dell’Infinito di Leopardi e L’adorazione dei magi di Leonardo a cura di Moreno Giannattasio, con interventi musicali al pianoforte degli allievi dell’accademia Unisono. Biglietto su prenotazione in vendita alla Proloco (fino a 45 posti) e ingresso per visione in streaming su www.etshared.tv (entrambi a 7 euro).

Sabato 8 agosto è invece il giorno del palio dell’acqua, sfida tra gli otto quartieri promossa da Tracce di 800: diretta streaming sui canali social e su Etv Marche in una scenografia di grande impatto allestita in piazza della Repubblica (ingressi contingentati ai soli addetti ai lavori).

Nelle tre domeniche di agosto, il cinema sotto le stelle si trasferisce infine al Parco del Monumento con proposte adatte ai bambini: inizio alle 21.30 con Ponyo sulla scogliera (domenica 9), Azur e Asmar (giorno 16) e Appuntamento a Belleville (23 agosto).

Si chiude in bellezza sabato 29 agosto con l’agognata riapertura del Museo della fisarmonica, che tira la volata alla 45ª edizione del Premio Internazionale della fisarmonica, preceduto dal PIF around, pentagramma a pedali: nove tappe (Pesaro, Cervia, Castelvetro, Cento, Venezia, Padova, Gorizia, Udine e Klingenthal) di un percorso in bicicletta che porterà il team composto da Ruben Cittadini, Giacomo Medici, Renzo Ruggieri, Sam Paglia, Giampaolo Mrach, Battè Quartet, una troupe di videomaker e molti altri musicisti che si alterneranno, a pedalare, cantare e suonare la fisarmonica in luoghi del cuore. Un progetto che diventerà un documentario itinerante dedicato alle mille facce dello strumento ad ancia.

Clicca qui per vedere tutto il programma

 

redazionale

© riproduzione riservata

 


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

La vita con i cani è… meravigliosa!

Quattordici modi per coniugarla dal profondo dell’anima


13 gennaio 2022Piera Alessio (nella foto con la sua cagnolina Nina), torna in questo spazio “Paneburroemarmellata” (glielo cedo sempre con profonda stima, amicizia e rispetto oltre che per il suo grande cuore e la sua grande penna), per raccontarci com’è, dal suo punto di vista, la vita con i cani che lei declina e descrive in svariate sfaccettature. Un argomento solo all’apparenza scontato, che solo chi ha posseduto o possiede un cane può davvero cogliere nella sua essenza. Scrive Piera:

“La vita con i cani è strana. Diventerai, senza che nessuno te lo insegni o ti spieghi come farlo, il capo branco di un cane che sarà pronto a qualunque cosa per te non appena saprà riconoscere il tuo odore e la tua voce.

La vita con i cani è misteriosa. Sarai spiato da un Grande Fratello peloso che non perderà nessun tuo movimento, specialmente quando capirà dove sono la cucina ed il recipiente dei biscotti.

La vita con i cani è crescere. Non puoi farci niente, non puoi fermare il tempo perché quel cucciolo che hai tenuto in braccio crescerà troppo velocemente, per diventare il grande amico che ti vorrà accompagnare ovunque andrai. I cuccioli durano troppo poco.

La vita con i cani è confronto. Avrai sempre uno sguardo con il quale misurarti, affogherai senza poterti salvare nelle profondità inimmaginabili degli occhi di un cane. Dove la gente crede che non ci sia un’anima.

La vita con i cani è sincera. Non avrai bisogno di raccontar loro una bugia o delle storie inventate perché tanto, qualunque cosa tu dica loro, i cani la sanno. Sempre.

La vita con i cani è scomoda. Ti ritroverai una sera d’inverno, con la tramontana che ti graffia il viso ed il gelo che ti arriva alle ossa, a passeggiare da solo con il tuo cane che corre e scodinzola felice, incurante del vento che gli arruffa il pelo e del caldo che avete lasciato in casa.

La vita con i cani è buffa. Parlerai con un essere che non ti potrà mai rispondere e che però ascolterà ogni tua parola, con così tanta attenzione ed interesse che non ritroverai in nessun altro uomo o donna al mondo.

La vita con i cani è ritorno a casa. Nessuno come il tuo cane sarà felice di vederti ogni volta che spunterai dalla porta dalla quale ti ha visto andar via; imparerà i tuoi orari, riconoscerà il tuo passo e sarà lì ad aspettarti, anche quando sarà vecchio e stanco, saltando di gioia come se non ti vedesse da un mese. Anche se sei uscito per comprare il giornale.

La vita con i cani è rinuncia. Perderai, a poco a poco, quella porzione di divano su cui stavi tanto comodo, dove ti godevi il riposo ed il meritato relax dopo giornate faticose e noiose. E la cosa bella sarà che non ti dispiacerà affatto.

La vita con i cani è comunione. Dividerai il tuo ultimo boccone con il tuo cane, perché non potrai resistere al suo sguardo implorante che hai incrociato purtroppo per te mentre stavi cenando.

La vita con i cani è insegnamento. Sono loro che ti mostreranno, semplicemente correndo in un prato o sulla riva del mare, la bellezza di una giornata di sole e l’importanza di stupirsi – ogni volta – davanti alle cose semplici.

La vita con i cani è amore. Quello che proverai ad emulare, che proverai a restituire al tuo cane senza però riuscirci. Ma cimentarti in questa prova sarà una delle tue imprese più entusiasmanti.

La vita con i cani è un viaggio. Nessun sentiero di montagna ti sembrerà lo stesso dopo che lo avrai percorso insieme al tuo cane: ricorderai profumi, odori e colori del bosco che prima non avevi sentito o visto; proprio come succederà per il tratto di vita che farete insieme.

La vita con i cani è una parentesi. Per te è una parte della tua vita, un dolce intervallo fra mille impegni e anni da riempire di cose da fare, un breve cammino insieme ad un cane che tu ben sai, ad un certo punto, si fermerà per lasciarti andare da solo. Invece, per il tuo cane, la tua vita è tutto.

La vita con i cani è meravigliosa“.

di Piera Alessio

© riproduzione riservata


link dell'articolo