Estat(E)venti 20, sorprese sotto le stelle

Cinema all’aperto, musica, eventi e mostre; la riapertura del Museo lancia la volata al PIF

Castelfidardo, 8 luglio 2020 – Un’estate diversa dal solito, dalla formula corretta e rinnovata, come la prudenza e i protocolli di questa fase storica impongono a tutela della salute pubblica. Il divieto di assembramento ha provocato l’inevitabile rinuncia ad alcuni dei tradizionali cardini del programma estivo – vedi Girogustando – ma l’offerta di assessorato alla Cultura e Pro Loco è ricalibrata per vivere disciplinatamente altri momenti di svago e socialità.

«Facciamo di necessità virtù», dice l’assessore Ruben Cittadini che ha lavorato su idee alternative. Ecco così prendere forma dal 10 luglio al 21 agosto la rassegna “Era di venerdì”, il cui titolo «è ispirato all’omonimo film e alla tradizione del venerdì fidardense caratterizzato dal mercatino, rimasto nei ricordi di tanti».

Castelfidardo – L’assessore alla Cultura Ruben Cittadini (foto: Atelier creativo Marco Nisi Cerioni)

In Piazza della Repubblica, dotata di 75 posti a sedere, va in scena un omaggio ad Alberto Sordi i cui principali successi (nell’ordine: Un americano a Roma, Il medico della mutua, Il marchese del grillo, Finchè c’è guerra c’è speranza, Polvere di stelle, La grande guerra) vengono proiettati su un telo di dimensioni 4×3 adiacente la parete della Collegiata messa a disposizione dal parroco Don Bruno. Sei pellicole storiche in altrettanti venerdì per omaggiare i cento anni della nascita dell’Albertone Nazionale con inizio alle 21.30 e ingresso gratuito su prenotazione ai seguenti numeri e link: 0717822987, https://prenotazioni.prolococastelfidardo.it/

In concomitanza, a Porta Marina intrattenimento a misura di famiglia con spettacoli di artisti di strada, clown, magia e giocoleria nel rispetto del distanziamento a beneficio dei più piccoli. Nel centro storico chiuso al traffico le serate di giovedì, sabato e domenica sono invece all’insegna della musica dal vivo e dj-set in collaborazione con pub O’ Brian e La Centrale, mentre i mercoledì (15-22-29 luglio, 5 agosto, ore 21.15) tornano gli appuntamenti con le Conversazioni promosse dalla Fondazione Ferretti ai giardini Mordini: capienza 50 posti su prenotazione allo 071 7206592.

Il 18 luglio si inaugura in Auditorium San Francesco la mostra di David Broker “l’Attivista”, aperta fino al 16 agosto con ingresso libero negli orari 10:30-12:30 e 18:00-20:00 grazie alla disponibilità di Pro Loco e Associazione carabinieri in congedo. Con i suoi disegni a matita, ricchi di texture grafiche e rari inserti di colori sgargianti, l’Attivista è al tempo stesso attore e spettatore dell’opera.

Dal 25 luglio iniziano inoltre le riprese del documentario di Sky arte dedicato alla fisarmonica di Castelfidardo, con la prestigiosa voce narrante di un artista del calibro di Raphael Gualazzi, il cui personalissimo stile basato su studi classici contaminati da un arcobaleno di generi, ben si sposa con l’ecletticità dello strumento ad ancia, accanto al quale si esibirà anche in una serata speciale del PIF (sabato 19 settembre insieme al direttore artistico Renzo Ruggeri).
Nel palinsesto non manca l’impegno della civica scuola di musica “Soprani” protagonista il 30 luglio con Infinito come genio, lettura parallela dell’Infinito di Leopardi e L’adorazione dei magi di Leonardo a cura di Moreno Giannattasio, con interventi musicali al pianoforte degli allievi dell’accademia Unisono. Biglietto su prenotazione in vendita alla Proloco (fino a 45 posti) e ingresso per visione in streaming su www.etshared.tv (entrambi a 7 euro).

Sabato 8 agosto è invece il giorno del palio dell’acqua, sfida tra gli otto quartieri promossa da Tracce di 800: diretta streaming sui canali social e su Etv Marche in una scenografia di grande impatto allestita in piazza della Repubblica (ingressi contingentati ai soli addetti ai lavori).

Nelle tre domeniche di agosto, il cinema sotto le stelle si trasferisce infine al Parco del Monumento con proposte adatte ai bambini: inizio alle 21.30 con Ponyo sulla scogliera (domenica 9), Azur e Asmar (giorno 16) e Appuntamento a Belleville (23 agosto).

Si chiude in bellezza sabato 29 agosto con l’agognata riapertura del Museo della fisarmonica, che tira la volata alla 45ª edizione del Premio Internazionale della fisarmonica, preceduto dal PIF around, pentagramma a pedali: nove tappe (Pesaro, Cervia, Castelvetro, Cento, Venezia, Padova, Gorizia, Udine e Klingenthal) di un percorso in bicicletta che porterà il team composto da Ruben Cittadini, Giacomo Medici, Renzo Ruggieri, Sam Paglia, Giampaolo Mrach, Battè Quartet, una troupe di videomaker e molti altri musicisti che si alterneranno, a pedalare, cantare e suonare la fisarmonica in luoghi del cuore. Un progetto che diventerà un documentario itinerante dedicato alle mille facce dello strumento ad ancia.

Clicca qui per vedere tutto il programma

 

redazionale

© riproduzione riservata

 


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

">
di Paolo Fileni

Diritto e morale di una casta immorale

Fuori i nomi di chi ha scritto e votato la legge sui bonus alle Partite Iva. Luca Zaia: “I politici che l'hanno chiesto non saranno ricandidati”


12 agosto 2020 – Torno sulla questione dei parlamentari e dei consiglieri regionali che hanno chiesto ed ottenuto il bonus riservato alle partite Iva in difficoltà. Lo faccio lasciando la parola e lo spazio odierno di Paneburro&marmellata ad Armando Ginesi che mette nero su bianco tutta una serie di riflessioni in merito. Com’è che in questo Paese nessun politico viene mai chiamato a rispondere delle castronerie che mette in campo? Aggiungo solo che il Garante della privacy ha dichiarato che i nomi dei furbetti si possono fare. Riflette, Ginesi:

«Che la legge abbia consentito (ed ancora consenta) di commettere la cosa indegna che hanno compiuto i cinque deputati e diversi amministratori regionali di avvalersi (o di provarci) del bonus per le partite Iva che hanno sofferto economicamente durante la fase acuta della pandemia, è cosa risaputa. Che siano state persone indegne non significa che abbiano compiuto azioni illegali.

Perché diritto e morale sono cose distinte (qualcuno ha giustamente ricordato come, dopo il 1938, in Italia, perseguitare gli ebrei fosse una cosa legale anche se certamente indegna dal punto di vista etico) ma che, a parer mio, non possono ignorarsi.

E questa è una. Un’altra è che esiste una legge sulla privacy per cui i nomi di questi individui non si potrebbero fare. Ma esistono anche i diritti dei cittadini a non essere turlupinati dai furbacchioni moralmente disonesti, per cui, a mio giudizio, i nomi vanno resi pubblici. Per evitare che gli elettori li rieleggano di nuovo anche se indegni. (E qui bene ha fatto il presidente del Veneto Luca Zaia (foto da Facebook) a decidere che non saranno ricandidati coloro che hanno approfittato di un legge per commettere una mascalzonata. Speriamo che tutti i partiti si comportino allo stesso modo se non vogliono apparire complici dei malfattori, anche questa volta così li definiamo dal punto di vista etico che per noi conta eccome).

Non sono da rieleggere per vari motivi: intanto perché sono soggetti non degni di far parte di un Parlamento, poi perché sono stupidi (non dovevano capire che la cosa sarebbe venuta a galla e che sarebbero stati sputtanati a dovere?), e allora come si possono mandare a far leggi (che tutti noi siamo obbligati a rispettare), persone indegne e cretine?

Ma un’altra riflessione va fatta: chi l’ha scritta quella legge idiota che non ha fissato un tetto o una modalità che impedissero una maialata del genere? E ancora: chi l’ha votata? Dateci l’elenco dei partiti o i nomi dei parlamentari che l’hanno approvata. Magari sono gli stessi che oggi si stracciano le vesti perché qualcuno, fra loro, è stato più cretino degli altri».

© riproduzione riservata


link dell'articolo

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi