21 giugno festa della musica: Castelfidardo c`è!

Un inno alla gioia che dura tutta una giornata

Castelfidardo, 18 giugno 2018 – La città della musica e dell’ingegno non può che essere una delle location privilegiate del circuito Mibact che nel solstizio d’estate celebra la festa della musica invitando quest`anno a vivere lo slogan “un inno alla gioia”. Giovedì 21 giugno armonie e stile eterogenei si intrecciano scandendo ogni ora della giornata all’interno di un grande contenitore di eventi.

Il concerto all’alba (ore 5.15) all’occhio di Horus di Porta Marina apre la serie di eventi con il duo chitarra fisarmonica Alessandro Sampalmieri e Andrea Donzelli che spazierà su un repertorio carioca dedicato al sole, all’estate e alla nuova luce. Dalle 16,00 entrano in attività i sound art corners, le isole sonore dislocate nel centro storico dove musicisti, attori, performers e pittori possono esprimere la propria creatività (info per prenotazioni 0717822987). Alle 19 il concerto pomeridiano vedrà protagonisti ai giardini Mordini gli allievi delle scuola civica di musica “Soprani”, mentre all’Occhio di Horus si esibiscono le band della scuola civica (ore 19) e alle 20,30 The Groove Makersun concerto energico dedicato alle grandi voci del rock.

Oppopooiooo, al secolo Valeria Sturba e Vincenzo Vasi

Lo spettacolo serale si svolge in Auditorium San Francesco alle 22.15 con la musica surreale e dadaista per theremin, voci e cianfrusaglie elettroacustiche degli Oppopooiooo, al secolo Vincenzo Vasi (musicista eclettico ed estroso – attivo nella scena musicale internazionale da oltre 25 anni, noto per il suo approccio unico alla sperimentazione e per le collaborazioni con Vinicio Capossela, Mike Patton, Roy Paci) e Valeria Sturba, giovane compositrice e polistrumentista attiva in progetti originali (Vale & the Varlet, S.T.U.R.B.A.) e membro della “Grande Abarasse Orchestra” di John De Leo. Le ultime note al pub O’Brian (22.00 – 2.00) di Via Marconi con “Fabio e Chetta“, due veterani del pianobar che attraversano decenni di musica nazionale e internazionale, alternando al live una selezione di video tratti da concerti storici da tutto il mondo

PROGRAMMA

Concerto all`alba

Ore 05.15 – Occhio di Horus Porta Marina – Alessandro Sampalmieri – Andrea Donzelli, Chitarra e Fisarmonica

Dalle 16.00 attivi tutti i Sound Art Corners, dove qualsiasi artista potrà esibirsi, per prenotare i SACs contattare la Pro Loco 071 7822987

Concerto pomeridiano

Ore 19.00 – Giardini Mordini: saggio degli allievi ad indirizzo classico della Scuola Civica di Musica Paolo Soprani.

Concerto aperitivo/cena

Ore 19.00 – Occhio di Horus, Porta Marina >> saggio del laboratorio di musica d`insieme pop-rock della scuola civica di Musica “Soprani”

Ore 20.30 – Occhio di Horus, Porta Marina >> The Groove Makers e i grandi voci del rock

Concerto serale

Ore 22.15 – Auditorium San Francesco – Oppopooiooo con Vincenzo Vasi e Valeria Sturba.

Concerto finale

Ore 22.00 to 02.00, Pub O`Brian, “Fabio e Chetta” pianobar

 

di Lucia Flaùto


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

Covid – Ok lo screening di massa a Osimo e Castelfidardo

Organizzazione perfetta e soliti denigratori


Camerano, 24 gennaio 2021 – Al PalaBaldinelli di Osimo e al PalaOlimpia di Castelfidardo (foto) sono in corso gli screening di massa gratuiti tramite tampone antigenico rapido che rientrano nel progetto Marche Sicure messo in atto dalla Regione.

Al PalaBaldinelli, da oggi e fino a martedì 26 gennaio, oltre agli osimani possono sottoporsi allo screening i residenti di Filottrano, Agugliano, Polverigi, Santa Maria Nuova e Offagna. Al PalaOlimpia, oggi e domani, i residenti di Castelfidardo, Camerano, Numana e Sirolo.

In un Paese dove tutto si complica e niente risulta efficiente quando si tratta di dare servizi alla popolazione, va detto che sia ad Osimo sia a Castelfidardo le procedure di screening stanno procedendo senza intoppi. Meglio, in entrambe le realtà l’organizzazione, lo staff medico, gli addetti, stanno producendo un lavoro d’eccellenza.

Nonostante la massiccia adesione, e nonostante il giorno di pioggia, tutto risulta ben organizzato, non ci sono file d’attesa, il personale addetto allo screening risulta gentile, altamente professionale, con una particolare disponibilità nei confronti di anziani e bambini. E per capire quanto ciò sia rispondente alla realtà basta andare su Facebook e leggersi le centinaia di apprezzamenti, ringraziamenti e complimenti postati da altrettanti cittadini che si sono sottoposti al test.

In linea di principio, ma bisognerà aspettare il termine dello screening per avere un dato certo e attendibile, la percentuale di positivi che sta uscendo dai test si aggira intorno all’uno per mille a Castelfidardo, qualche virgola in più ad Osimo ma lo scostamento è minimo.

Particolarmente soddisfatti di questo andamento i due sindaci, Simone Pugnaloni e Roberto Ascani, che oltre ad averci messo del proprio nell’organizzazione non perdono occasione per ringraziare tutti gli artefici di questo bell’esempio di efficienza. Un’esperienza cui plaudire senza se e senza ma, che sarà propedeutica alla fase successiva della vaccinazione per tutti. Un esempio di come sia possibile far bene le cose quando il sindaco è valido e ci crede, a prescindere dalla propria appartenenza politica.

Eppure, nonostante tutto ciò, sui social c’è chi proprio non ce la fa a dare a Cesare quel che è di Cesare, a riconoscere all’avversario politico un successo, una capacità. Come nel caso di un nostro lettore che sotto l’articolo di presentazione dello screening ad Osimo ha postato: “Una bella pubblicità per il PD osimano”.

Non citerò il nome del lettore, non ne vale la pena. E dirò anche – ma lui lo sa – che Pugnaloni non raccoglie il massimo delle mie simpatie giornalistiche, ma questa è un’altra storia. In questa storia dello screening di massa, invece, riconosco al sindaco Simone Pugnaloni un gran lavoro al servizio della sua comunità e di quelle degli altri Comuni che sta ospitando al PalaBaldinelli. E sono convinto che neppure per un attimo, mentre si dava da fare per organizzarlo, abbia pensato alla sua appartenenza politica. E lo stesso vale per Roberto Ascani. Grazie sindaci!

© riproduzione riservata 


link dell'articolo

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi