Ancona – Piano antighiaccio e neve, monitoraggio nelle ore notturne

Ordinanze in vigore; obblighi e doveri per cittadini, condomini, attività commerciali

Ancona, 9 gennaio 2021 – Con il previsto abbassamento delle temperature e l’entrata nel pieno dell’inverno, l’assessorato alla Protezione Civile ha predisposto il monitoraggio delle strade più soggette a gelate notturne. Due squadre in reperibilità stanno verificando nottetempo lo stato dell’Asse Nord-Sud (da Via Bocconi all’uscita dell’Università nelle due carreggiate), e il tratto della Cameranense, pronte a richiedere l’intervento dei mezzi dedicati per mantenere in sicurezza il fondo stradale.

Ancona – Piazza Cappelli sotto la neve (foto di repertorio)

La sorveglianza è attiva dal 27 dicembre e sono stati effettuati sinora 4 interventi di verifica per via delle temperature scese al di sotto dei quattro gradi. L’altra notte alle ore 4:00 il magazzino comunale è intervenuto con un mezzo spargisale nelle seguenti strade:

  • Asse N/S in entrambi i sensi di marcia (escluse le gallerie) compresi gli svincoli in entrata e in uscita delle Grazie e in ingresso al km 4+900
  • discesa in Strada di Passo Varano (a fianco del Cimitero delle Tavernelle)
  • la doppia curva pericolosa in Strada Cameranense direzione Stadio del Conero
  • Via Filonzi in entrambi i sensi di marcia.

Il Comune di Ancona, come ogni anno, ha approntato il piano completo di intervento in caso di eventi meteorologici avversi. Il piano neve – operativo dal 15 novembre al 15 aprile – suddivide il territorio comunale in 14 zone con 12 ditte convenzionate con l’Amministrazione comunale oltre a due squadre del magazzino comunale disponibili per il pronto intervento. Da alcune settimane è arrivata una ulteriore fornitura di sale e graniglia già a disposizione dei mezzi per lo spargimento. Le operazioni sono seguite dall’assessorato alla Protezione Civile e Manutenzioni.

Un mezzo spargisale

«Come ogni anno abbiamo previsto e organizzato il piano neve per farci trovare pronti in caso di necessità e come prevenzione stiamo monitorando l’ Asse Nord Sud e zone soggette particolarmente a formazione di ghiaccio, per dare maggiore sicurezza ai nostri cittadini – spiega l’assessore alla Protezione Civile e Manutenzioni Stefano ForesiPer questa notte, visto che le previsioni ipotizzano nevicate nelle zone collinari, quindi nelle frazioni, abbiamo previsto un sopralluogo nottetempo di tecnici e due mezzi spazzaneve pronti ad intervenire».

LE ORDINANZE IN VIGORE

Con l’ordinanza n.32/2020 della Provincia di Ancona vige l’obbligo di circolazione con pneumatici da neve o mezzi antisdrucciolevoli a bordo dei veicoli transitanti lungo le strade provinciali durante il periodo invernale compreso tra il 15 novembre 2020 e il 15 aprile 2021. L’obbligo di avere a bordo mezzi antisdrucciolevoli o catene da neve o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o ghiaccio sulle SS.PP della Provincia di Ancona, è rivolto a tutti i veicoli a motore, esclusi i ciclomotori a due ruote e i motocicli. Tale obbligo ha validità anche oltre il periodo previsto in concomitanza al verificarsi di precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio.
Nel periodo di vigenza dell’obbligo i ciclomotori a due ruote e i motocicli, possono circolare solo in assenza di neve o ghiaccio sulla strada e di fenomeni nevosi in atto.

È tuttora in vigore l’ordinanza dirigenziale del Comune di Ancona del 21 febbraio 2018 che prevede in tutte le aree urbane del territorio comunale in caso di precipitazioni nevose e ghiaccio l’utilizzo di pneumatici invernali o sistemi antisdrucciolo.

La stessa ordinanza fissa anche i comportamenti da tenersi da parte della popolazione in occasione di precipitazioni nevose o in presenza di strade coperte da coltre nevosa o ghiaccio.

In tutte le aree urbane, commerciali ed artigianali del territorio comunale:

i proprietari, gli amministratori di Condomini, i titolari di esercizi pubblici o commerciali o utilizzatori, a qualsiasi titolo, di edifici privati e loro pertinenze o terreni a qualunque scopo oggetto delle rispettive responsabilità, per tutto il fronte sulla strada pubblica degli immobili indicati, sui marciapiedi, o se il marciapiede non esiste sulle aree soggette a pubblico passaggio, sono obbligati (laddove trattasi di aree pubbliche) ovvero invitati (nel caso trattasi di aree private):

  • allo sgombero della neve, alla rottura e/o copertura con materiale adatto del ghiaccio, nonché ad evitare lo spandimento di acqua che possa provocarne il congelamento;
  • obbligati ad accumulare la neve od il ghiaccio in modo da non impedire la circolazione veicolare e pedonale, evitando di ostruire gli scarichi e i pozzetti stradali;
  • ad aprire varchi in attraversamento della neve accumulata ai bordi della strada, in corrispondenza di caditoie prospicienti i fabbricati per facilitare il deflusso delle acque di scioglimento della neve;
  • ad abbattere eventuali festoni di neve e/o lame di ghiaccio pendenti dai cornicioni dei tetti, dalle grondaie, sui balconi o terrazzi o su altre sporgenze che proiettano sulla pubblica via, nonché tutti i blocchi di neve o ghiaccio che possano scivolare, al fine di salvaguardare l’incolumità di pedoni o recare, in genere, pregiudizio per persone o cose.

Qualora si rendesse necessario provvedere alla rimozione della neve dai tetti, terrazze, balconi o, in genere, da qualunque sito elevato, la rimozione deve essere effettuata senza interessare il suolo pubblico. Qualora ciò non sia obiettivamente possibile, le operazioni di sgombero e di abbattimento devono essere eseguite delimitando preliminarmente ed in modo efficace l’area interessata ed adottando ogni possibile cautela, non esclusa la presenza di persone addette alla vigilanza e/o movieri addetti alla regolazione del traffico.

Nei casi di particolare problematicità per il passaggio di pedoni o mezzi, dovrà essere dato avviso al Comando di Polizia Municipale.

La neve o il ghiaccio accumulato su marciapiede o area pubblica non dovrà ostruire il passaggio dei pedoni e dei mezzi;

  1. è vietato il deposito, sui marciapiedi, sulle vie e strade, o comunque su suolo pubblico, della neve accumulata in cortili o luoghi privati;
  2. i titolari e/o utilizzatori dei passi carrai debbono provvedere alla rimozione della neve dai rispettivi spazi di competenza;
  3. i proprietari e/o possessori e/o utilizzatori di aree in cui insistano piante o alberi, che a causa della neve possano minacciare pericolo o pregiudizio per persone e cose in transito sulla pubblica via, sono obbligati a provvedere alla rimozione della neve, al taglio dei rami e/o all’abbattimento degli alberi pericolosi. Nel caso in cui i rami o gli alberi, sotto il peso della neve, si siano rotti o spezzati e ingombrino o minaccino il pubblico passaggio, i medesimi soggetti di cui al precedente capoverso debbono provvedere a tagliare i rami o l’intero albero.

 

redazionale

© riproduzione riservata

 


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

Procida Capitale Cultura 2022, Ancona non ce l’ha fatta!

Il sindaco Valeria Mancinelli: “il nostro progetto, popolare, di crescita e di sviluppo, va avanti”


Ancona, 18 gennaio 2021 – Nella mattinata odierna la commissione del MiBACT presieduta da Stefano Baia Curioni ha proclamato la città di Procida (foto) Capitale italiana della Cultura per il 2022. All’annuncio dato dal ministro Dario Franceschini, sull’isola si è scatenato un tifo da stadio.

I complimenti della commissione, al termine della cerimonia d’assegnazione, sono andati tutti al sindaco Raimondo Ambrosino e al suo staff. La motivazione ha premiato la congiunzione tra il valore del progetto, la sostenibilità economica e le sue ricadute socio culturali. «Siamo strafelici – ha esultato fra le lacrime il sindaco Ambrosino – è un’opportunità storica per noi, per tutte le isole e per l’Italia meno in luce».

Delusione per la città di Ancona, anche se mascherata da ottimismo. La città dorica non ce l’ha fatta a convincere i membri della commissione con il suo progetto incentrato tra l’altro sulla cultura dell’Altro, sull’intenzione di far diventare ordinario lo straordinario, come aveva spiegato l’assessore Paolo Marasca in sede di audizione con il MiBACT.

«È stata appena proclamata la Capitale italiana della cultura 2022. La scelta è caduta su Procida. Mi complimento con il collega sindaco e la comunità dell’isola – il commento ufficiale del sindaco Valeria MancinelliSiamo fieri delle parole del presidente della commissione che ha valutato i progetti e ne ha sottolineato il valore, non solo nazionale ma anche europeo. Siamo anche felici di come è stata motivata la scelta della capitale perché la linea su cui si è mossa Procida e il messaggio che ha voluto lanciare hanno molte affinità con il nostro. Dunque siamo sulla strada giusta. Come ho più volte ribadito il nostro progetto, popolare, di crescita e di sviluppo, va avanti. E lo realizzeremo insieme».

Dunque, nonostante i suoi 2400 anni di storia ed un progetto ampio e variegato, Ancona non ce l’ha fatta. Bocciata per il secondo anno consecutivo dopo il primo tentativo del 2020. A batterla è stata Procida, una cittadina di poco più di 10mila abitanti che si affaccia sul mare del Golfo di Napoli, resa famosa a livello internazionale da Massimo Troisi che qui ha girato molte scene del film Il Postino.

Ancona e Procida, due città bagnate dal mare. 100mila abitanti contro 10mila. Con tutta probabilità, le acque del Golfo di Ancona sono diverse da quelle del Golfo di Napoli. Nonostante la delusione per un’opportunità mancata di crescita importante sul piano socio-culturale e turistico, dal capoluogo delle Marche un in bocca al lupo sincero a Procida: sull’isoletta il 2022 sarà un anno fantastico!

© riproduzione riservata


link dell'articolo

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi