Aiutiamo il Corpo Bandistico Città di Accumoli a (r)esistere

La raccolta fondi su ‘Produzioni dal basso’ e attraverso l’acquisto del singolo ‘Erano giorni’ della rock band osimana Parallelo 19 sulle principali piattaforme

Rieti, 30 dicembre 2020 – Il progetto Diamoci il La sostiene Il Corpo Bandistico Città di Accumoli (RI) attraverso una raccolta fondi intitolata “Diamoci il La – Erano Giorni – Aiutiamo la Banda di Accumoli” sul portale Produzionidalbasso.com e l’acquisto del brano musicale “Erano giorni” dei Parallelo 19, rock band marchigiana, disponibile su tutte le piattaforme.

I proventi saranno destinati a sostenere le spese per le attività della Banda di Accumoli e la produzione di un cd per il 40° anno dalla fondazione che servirà per l’autofinanziamento nel tempo e a rimettere in circolo la voglia di suonare dopo questi mesi complicati.

Per ringraziare i donatori, le ricompense saranno prodotte anche dal Birrificio San Pancrazio di Accumoli che ha intitolato alla banda un’edizione speciale della sua birra.

Che cos’è Diamoci il la

“Diamoci il La” è un progetto che nasce da un’idea del compositore e musicista Andrea Bugari, è una forma di mobilitazione in cui gli artisti attivisti accendono una luce su problemi non ancora risolti in seno alle comunità, attivando le risorse in campo con la partecipazione e la creatività. “Diamoci il La” diffonde una funzione dell’arte che dia voce al sociale, incanalando emozioni e saperi, il dare e il prendere il là per accordarsi insieme.

Diamoci il la per la Banda di Accumoli

Il Corpo Bandistico Città di Accumoli

A quattro anni dal terremoto che ha colpito il centro Italia, la rock band osimana Parallelo19, in collaborazione con l’associazione Yukers – base ActionAid nelle Marche e la Banda Musicale Città di Accumoli accendono i riflettori sulla difficile ripartenza dell’entroterra, che vede l’emergenza Covid gravare su una realtà ancora alle prese con le macerie e con i problemi legati alla ricostruzione del tessuto sociale. La Banda Musicale di Accumoli, diretta dal Maestro Vittorio Altavilla, è un baluardo di resistenza per la comunità, subito dopo il sisma ha continuato a suonare, prima nelle tende poi negli hotel della costa e attualmente continua la sua opera aggregativa e musicale in una struttura adiacente le casette provvisorie, donata da ActionAid e Cisco.

Erano Giorni – il brano dei Parallelo 19

Il Coro Andrea Grilli di Sirolo

Il brano musicale Erano giorni dei Parallelo19 è stato scritto durante la prima ondata dell’ emergenza Covid. Il brano racconta il distanziamento sociale e i problemi legati al virus, ma non solo, possono essere individuati anche temi e simboli che accomunano le sfide e le falle dell’emergenza terremoto. Il progetto ha ricevuto il patrocinio del Comune di Accumoli e hanno collaborato artisti e professionisti pro-bono: il Coro Andrea Grilli di Sirolo, diretto dal Maestro Samuele Barchiesi, ha impreziosito con le sue voci il brano; il videomaker Matteo Tantucci ha contribuito alla comunicazione del progetto, la Sound Records Studio di Osimo ha messo a disposizione le sale di registrazione, la REC106 Studio di Ancona ha curato il Mix e Mastering, i chitarristi Massimo Latini e Samuele Secchiaroli hanno contribuito alle registrazioni e Luca Catania ha fornito il supporto tecnico.

I Parallelo 19, rock band osimana

«Una canzone può aiutare a riaccendere una luce e noi tutti insieme possiamo fare la differenza – spiegano Michele D’Amico (voce), Claudio Cavina (chitarra), Rodnei Tassi (batteria), Graziano Zannini (basso), Andrea Bugari (tastiere), i cinque componenti della band Parallelo 19 – Volevamo dare un contributo per non dimenticare, e abbiamo trovato nella Banda di Accumoli una realtà di cui abbiamo subito apprezzato la genuinità e l’impegno. Crediamo che la positività, l’amicizia, l’arte, la cultura, la partecipazione siano davvero le cose belle che salveranno il mondo».

ringraziamenti

Per la realizzazione del progetto la Banda Musicale Città di Accumoli e i Parallelo 19, con l’associazione Yukers e tutti i partner, ringraziano il Comune di Accumoli, il sindaco Franca D’Angeli, don Dino Cecconi per aver concesso il Duomo di Osimo per le registrazioni delle parti corali, ActionAid e Rosita Altobelli, Lucia Romagnoli, Patrizia Caruso per il loro fondamentale contributo.

contatti

Andrea Bugari – Ideatore Diamoci il La e Parallelo 19 – cell. 351 99 34 006

Giuseppe Funari – Presidente Corpo Bandistico Città di Accumoli – cell. 329 72 58 203

Chiara Cifatte – Vicepresidente associazione Yukers – cell. 349 31 36 019

link

Piattaforma Produzioni dal Basso – Diamoci il La – Erano Giorni – Aiutiamo la Banda di Accumoli

  • https://www.produzionidalbasso.com/project/diamoci-il-la-erano-giorni-aiutiamo-la-banda-di-accumol i/#donationSection

Clip di presentazione del progetto

  • Diamoci il La – Facebook

https://www.facebook.com/diamociilla

  • Parallelo 19

https://www.facebook.com/parallelo19

  • Corpo Bandistico Città di Accumoli

https://www.facebook.com/bandadiaccumoli/

  • Birra San Pancrazio

https://www.facebook.com/birrasanpancrazio

 

redazionale

© riproduzione riservata


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

La vita con i cani è… meravigliosa!

Quattordici modi per coniugarla dal profondo dell’anima


13 gennaio 2022Piera Alessio (nella foto con la sua cagnolina Nina), torna in questo spazio “Paneburroemarmellata” (glielo cedo sempre con profonda stima, amicizia e rispetto oltre che per il suo grande cuore e la sua grande penna), per raccontarci com’è, dal suo punto di vista, la vita con i cani che lei declina e descrive in svariate sfaccettature. Un argomento solo all’apparenza scontato, che solo chi ha posseduto o possiede un cane può davvero cogliere nella sua essenza. Scrive Piera:

“La vita con i cani è strana. Diventerai, senza che nessuno te lo insegni o ti spieghi come farlo, il capo branco di un cane che sarà pronto a qualunque cosa per te non appena saprà riconoscere il tuo odore e la tua voce.

La vita con i cani è misteriosa. Sarai spiato da un Grande Fratello peloso che non perderà nessun tuo movimento, specialmente quando capirà dove sono la cucina ed il recipiente dei biscotti.

La vita con i cani è crescere. Non puoi farci niente, non puoi fermare il tempo perché quel cucciolo che hai tenuto in braccio crescerà troppo velocemente, per diventare il grande amico che ti vorrà accompagnare ovunque andrai. I cuccioli durano troppo poco.

La vita con i cani è confronto. Avrai sempre uno sguardo con il quale misurarti, affogherai senza poterti salvare nelle profondità inimmaginabili degli occhi di un cane. Dove la gente crede che non ci sia un’anima.

La vita con i cani è sincera. Non avrai bisogno di raccontar loro una bugia o delle storie inventate perché tanto, qualunque cosa tu dica loro, i cani la sanno. Sempre.

La vita con i cani è scomoda. Ti ritroverai una sera d’inverno, con la tramontana che ti graffia il viso ed il gelo che ti arriva alle ossa, a passeggiare da solo con il tuo cane che corre e scodinzola felice, incurante del vento che gli arruffa il pelo e del caldo che avete lasciato in casa.

La vita con i cani è buffa. Parlerai con un essere che non ti potrà mai rispondere e che però ascolterà ogni tua parola, con così tanta attenzione ed interesse che non ritroverai in nessun altro uomo o donna al mondo.

La vita con i cani è ritorno a casa. Nessuno come il tuo cane sarà felice di vederti ogni volta che spunterai dalla porta dalla quale ti ha visto andar via; imparerà i tuoi orari, riconoscerà il tuo passo e sarà lì ad aspettarti, anche quando sarà vecchio e stanco, saltando di gioia come se non ti vedesse da un mese. Anche se sei uscito per comprare il giornale.

La vita con i cani è rinuncia. Perderai, a poco a poco, quella porzione di divano su cui stavi tanto comodo, dove ti godevi il riposo ed il meritato relax dopo giornate faticose e noiose. E la cosa bella sarà che non ti dispiacerà affatto.

La vita con i cani è comunione. Dividerai il tuo ultimo boccone con il tuo cane, perché non potrai resistere al suo sguardo implorante che hai incrociato purtroppo per te mentre stavi cenando.

La vita con i cani è insegnamento. Sono loro che ti mostreranno, semplicemente correndo in un prato o sulla riva del mare, la bellezza di una giornata di sole e l’importanza di stupirsi – ogni volta – davanti alle cose semplici.

La vita con i cani è amore. Quello che proverai ad emulare, che proverai a restituire al tuo cane senza però riuscirci. Ma cimentarti in questa prova sarà una delle tue imprese più entusiasmanti.

La vita con i cani è un viaggio. Nessun sentiero di montagna ti sembrerà lo stesso dopo che lo avrai percorso insieme al tuo cane: ricorderai profumi, odori e colori del bosco che prima non avevi sentito o visto; proprio come succederà per il tratto di vita che farete insieme.

La vita con i cani è una parentesi. Per te è una parte della tua vita, un dolce intervallo fra mille impegni e anni da riempire di cose da fare, un breve cammino insieme ad un cane che tu ben sai, ad un certo punto, si fermerà per lasciarti andare da solo. Invece, per il tuo cane, la tua vita è tutto.

La vita con i cani è meravigliosa“.

di Piera Alessio

© riproduzione riservata


link dell'articolo