Camerano – Una città più pulita

Ampliato e potenziato lo spazzamento manuale e meccanizzato oltre alla pulizia delle caditoie

Camerano – Grazie ad un intervento piuttosto incisivo – e necessario – dell’assessorato ai rifiuti è partito il potenziamento e l’ampliamento dello spazzamento in alcune scalinate del centro e in alcune aree periferiche del paese.

Camerano ha potenziato il servizio di spazzamento manuale e meccanizzato delle strade
Camerano ha potenziato il servizio di spazzamento manuale e meccanizzato delle strade

In particolare è stato previsto il potenziamento dello spazzamento nei seguenti luoghi:

  • scalinata che collega zona bar “Fuori Porta” all’incrocio di Via Loretana; scalinata da Via Repubblica a Via Marconi;
  • scalinata da Via Marconi a Via Don Minzoni; scalinata da Via Don Minzoni a Via Corraducci;
  • spazzamento manuale e raccolta rifiuti “Pinetina” che collega Via Corraducci (supermarket), all’incrocio Via Don Minzoni/Marconi/Repubblica;
  • scalinata Da Viale Ceci a Via Marinelli/Garibaldi (uscita su scuola elementare);
  • spazzamento manuale Cortile Scuola elementare avanti e dietro, e raccolta carte area verde nei pressi della scala antincendio;
  • scalinata da Via san Francesco a Via Jacomini;
  • scalinata tra Via Corraducci e Via Repubblica;
  • scalinata tra Via Loretana e Via Mons. Donzelli;
  • spazzamento manuale Via Corraducci (nei pressi del Supermercato);
  • spazzamento manuale Viale Ceci;
  • spazzamento meccanizzato di Piazza A. Moro;
  • spazzamento meccanizzato di Piazza IV Novembre;
  • spazzamento meccanizzato di Via XXV Aprile;
  • spazzamento meccanizzato di Via Della Sbrozzola (sotto cavalcavia);
  • spazzamento meccanizzato del piazzale del Cimitero;
  • spazzamento meccanizzato di Via Loretana (Da Via Donzelli a incrocio Via De Nicola).

L’ampliamento del servizio è dovuto ad un’attenta valutazione dei singoli tratti pedonali e stradali in base alle criticità riscontrate negli anni passati e alle richieste fatte dai cittadini.

Il suddetto rafforzamento del servizio va ad aggiungersi all’incremento delle frequenze di spazzamento messo in atto nei mesi scorsi su un gran numero di strade in tutto il territorio comunale.

Le modifiche del piano di nettezza urbana ha reso necessaria una nuova calendarizzazione sia delle frequenze d’intervento sia delle giornate d’applicazione.

Ecco il nuovo dettaglio:

LUNEDI’: (spazzamento meccanizzato): Via Cavour, Via Corraducci, Via De Gasperi, Via De Nicola, Via Don Minzoni, Via Einaudi, Via Gronchi, Via Loretana (fino a incrocio Via S.Germano), Via P. Giovanni XXIII, Via Pacinotti, Via Pertini, Via Repubblica, Via S. Germano (fino aI Cimitero), Cortile Umbriano, Via Toti, Via Volta, Via Zara, Viale Ceci.

MERCOLEDI’: (spazzamento meccanizzato): Via delle Terme, Via C. Colombo, Via Cameranense (zona Fontanelle), Via Concio (da Via D.Alighieri a Via Cavour), Via Dante Alighieri (da incrocio Via Concio), Via Della Stazione, Via Farfisa (dal distributore Carrefour alla stazione ferroviaria Ancona-Aspio compresa diramazione verso ex campo sportivo), Via Fazioli, Via Fermi, Via Fontanelle, Via Manzoni, Via Mazzini, Via N. Sauro, Via Re Di Puglia, Via Rossini, Via S. Giovanni, Via Spontini.

VENERDI’: (spazzamento meccanizzato): Palasport, Via 1° Maggio, Via Abbadia, Via Cagiolino, Via Concio, Via D. Chiesa, Via Del Commercio, Via Del Corbezzolo, Via Dell’industria, Via Donatori del Sangue, Via Donzelli, Via Fontanelle (tratto abitazioni), Via Fratelli Bondi, Via Gramsci, Via Martiri della Libertà, Via Nenni, Via Osimana (da incr. Via Scandalli a n. civ. 75), Via Osimana (tratto da Via Loretana a Via Scandalli), Via S.Germano (dal cimitero fino incrocio con via Zara), Via Scandalli, Via Loretana (fino a Via Mons.Donzelli).

Tre volte a settimana, tra spazzamento meccanizzato e manuale: Via Dei Monaci, Via Del Mattatoio, Via Guasto, Via Iacomini, Via Marinelli, Via Cavallotti, Via Leopardi, Via S.Francesco, Via Serafini, Cortile Sperandei, Piazza Matteucci, Piazzale Sant’Apollinare, Scalinata da via Loretana a Via Maratti e scalinata di collegamento con via delle Mura, Via Delle Mura, Via S.Apollinare, Via Servi, Vicolo Corto, Vicolo Delle Grazie.

Sei volte a settimana, spazzamento manuale dal lunedì al sabato: Area Fuori Porta (area Belvedere fino al bagno pubblico di via Loretana), P.zza Roma, Via Garibaldi, Via Maratti.

Inoltre, per tutto il periodo estivo, sono stati incrementati i servizi di raccolta cartacce e svuotamento dei cestini nei parchi giochi comunali della Pineta, Via Fermi e Via Scandalli con 3 passaggi settimanali e il parco giochi di Via Zara e Via Corneli con 1 passaggio settimanale.

un intervento di pulizia delle caditoie
un intervento di pulizia delle caditoie

Potenziamento pulizia caditoie

Potenziato anche il servizio di pulizia delle caditoie.

Rispetto agli anni passati (ogni 3 mesi), il servizio verrà effettuato ogni 2 mesi, e prevede nello specifico la pulizia delle apparecchiature con il metodo manuale, mediante rimozione della griglia, raccolta del rifiuto e pulitura del cassetto-sifone, o mediante la pulizia a pressione o depressione con l’utilizzo di apposita attrezzatura.

Periodicamente la ditta incaricata dovrà effettuare il report degli interventi per certificare quando e dove siano stati effettuati i lavori di pulitura.

Per il miglioramento del servizio l’assessorato di riferimento invita a segnalare qualsiasi problema o disservizio al numero verde 800.277.999

 


Un commento alla notizia “Camerano – Una città più pulita”:

  1. francesco burattini says:

    Molto bello,manca un piccolo dettaglio, la pulizia delle scalinate del Paese non era prevista in nessun contratto con la ditta per lo smaltimento dei rifiuti. Non è quindi né un ampliamento e né un potenziamento della pulizia.

Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

Primarie del centrosinistra ad Ancona

Lo scontro politico per scegliere il candidato sindaco è fra Ida Simonella e Carlo Maria Pesaresi


Camerano, 23 novembre 2022 – A solleticare questo paneburro&marmellata – ultimamente non è semplice trovare argomenti stimolanti – è stato un lungo post su Facebook di Ezio Gabrielli pubblicato qualche giorno fa e intitolato “Si torna a respirare!”. Consiglio di leggerlo. Argomento: le primarie del centrosinistra ad Ancona per scegliere il candidato sindaco alle Amministrative del 2023.

Due sono i candidati: Ida Simonella, appoggiata apertamente e senza tanti fronzoli dal sindaco uscente Valeria Mancinelli, e Carlo Maria Pesaresi. Quest’ultimo, nelle grazie di Ezio Gabrielli: lo ammette con forza nel suo post di cui, tra l’altro, condivido quasi in toto l’analisi.

Sono 17 i seggi scelti per le primarie sparsi in città, ai quali domenica 27 novembre potranno accedere dalle ore 8.00 alle 20.00 (tranne i seggi 9 e 12 aperti dalle 8.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 20.00), tutti gli anconetani dai 16 anni in su, previo un minimo contributo in denaro che pare essere volontario.

La feroce critica di Gabrielli al doppio mandato consumato dalla Mancinelli, la condivido. Non conosco personalmente lui, o i due candidati in lizza, o la Sindaca uscente, per cui posso dire la mia senza vincoli di sorta.

«L’impegno di Carlo Pesaresi di questi giorni ha imposto a tutto il centrosinistra, comprese le parti più recalcitranti e settarie, di rimettersi in moto rianimando un sistema linfatico di relazione che l’approccio Mancinelliano della delega in bianco – ed è questa la critica più feroce che deve essere rivolta a quel gruppo dirigente – aveva inaridito», scrive Gabrielli. E ancora: «Il centrosinistra ha realmente creduto che si potesse presidiare un territorio con l’idea dell’uomo/donna forte a cui delegare le scelte… e lo scorso settembre ci siamo, anche nella nostra città, ritrovati con un corpo rattrappito (incapace financo di fare una iniziativa elettorale con tutti i candidati alla Camera, Senato e Primarie), bloccato dall’anoressia di confronto e di idee e così, ritrovarci con una manciata di voti di distanza dal centrodestra».

«Abbiamo governato bene – continua Gabrielli – ma abbiamo manifestato limiti; nelle dinamiche complesse (esempio fra tutte la costruzione dell’azienda unica provinciale dei rifiuti, obbiettivo principale che era stato dato alla Mancinelli sette anni fa), la politica della delega e della semplificazione arrogante non ha funzionato; un tempo siamo stati un capoluogo di regione ma abbiamo perso, in favore di una visione “paesana”, la capacità di esercitare quel ruolo».

Su “abbiamo governato bene” caro Gabrielli, dissento. L’Ancona di oggi non è migliore di quella presa in mano dalla Mancinelli dieci anni fa. Ancona capoluogo di regione, oggi, è una bestemmia. Basta fare un giro a Fano, Pesaro Urbino, Civitanova o Ascoli per capire e toccare con mano quanta vita sociale ed economica in più ci sia in quelle realtà rispetto alla dorica. Invito i lettori ad esprimersi su questo concetto.

In ultimo, al di là delle manovre di partito e degli eventuali interessi in gioco, personalmente m’interessa poco chi sarà il candidato Sindaco di Ancona del centrosinistra. Che sia Simonella o che sia Pesaresi – dalle voci di corridoio, il vincitore delle primarie del centrosinistra si dovrà misurare con il candidato di centrodestra Daniele Silvetti, attuale presidente dell’Ente Parco del Conero, ma non c’è nulla di ufficiale – quel che davvero m’interessa, e credo sia così anche per la gran parte degli anconetani, è che il nuovo Sindaco di Ancona abbia le capacità necessarie, e la giusta visione, per riportare Ancona al centro della regione Marche sul piano politico, geografico, sociale, industriale, culturale e turistico. Un gran lavoro, non lo nego, ma è un lavoro che va fatto se Ancona vuole restare a pieno titolo capoluogo di regione.

© riproduzione riservata


link dell'articolo