Aggiornamento dati Covid-19 nelle Marche al 29 aprile

Comprensivo dei dati di Ancona, Camerano, Castelfidardo, Loreto, Osimo, Numana e Sirolo che registra il primo zero alla voce ‘isolamento domiciliare’

Camerano, 29 aprile 2020 – Un aggiornamento sui dati dell’andamento della pandemia coronavirus che dice di un calo continuo e progressivo dei positivi e degli isolamenti domiciliari a Camerano, Castelfidardo, Loreto, Numana e Sirolo. Con quest’ultimo Comune che per primo raggiunge lo zero degli isolati al proprio domicilio. Una tendenza, quella dei Comuni che gravitano alle pendici del Monte Conero, che lascia ben sperare in vista delle riaperture previste il 4 maggio dalla Fase 2.

In controtendenza invece, Osimo, che registra una crescita sia della curva dei positivi sia delle quarantene precauzionali.

A livello regionale, i positivi salgono in totale a 6.210, mentre i ricoveri in ospedale dei positivi scendono di 200 unità attestandosi a quota 692 (erano 892 nel precedente aggiornamento). Quasi 2.000 i guariti mentre i marchigiani deceduti per il Covid-19 salgono a 899. L’andamento regionale, se da un lato registra meno ricoveri, evidenzia che i contagi e le quarantene precauzionali continuano a salire. L’economia marchigiana, in netta sofferenza come nelle altre regioni d’Italia, scalpita per ripartire il prima possibile a dispetto delle disposizioni governative. Una necessità sacrosanta che dovrà essere attuata con molto rigore e attenzione.

Camerano è in continua discesa la curva delle persone in quarantena, siamo arrivati a 3; venti giorni fa erano 15. Scende anche la curva dei positivi: sono 8 rispetto agli 11 dell’ultimo aggiornamento. Ieri, i dati del Gores hanno registrato il decesso di una cameranese 91enne ricoverata all’Inrca di Ancona. In questo Comune va ribadito il gran lavoro fatto da tutti gli addetti della Fondazione Ceci: ad oggi la casa di riposo continua a non registrare casi di positività o di anziani in quarantena, segno dell’ottima gestione dell’emergenza da parte del presidente Massimo Piergiacomi e del suo staff.

Castelfidardo (aggiornamento del 28 aprile), scende parecchio il numero delle persone in isolamento preventivo, sono 11 rispetto alle 42 di una settimana fa, un dato giustificato dall’aumento dei tamponi effettuati in quel periodo. Sempre rispetto ad una settimana fa (42), scendono a 33 i casi positivi. Fermo a 7 il numero dei decessi. Il sindaco Roberto Ascani: «I cittadini si stanno comportando in maniera responsabile. Abbiamo un calo significativo che tuttavia non deve indurre ad allentare le attenzioni ma anzi fornisce ulteriori stimoli nel continuare a seguire  disciplinatamente le disposizioni studiate per il contenimento del virus».

Loreto, dati aggiornati al 26 aprile: anche in questo Comune scende parecchio il numero dei loretani in isolamento preventivo: sono solo 2 (erano 36 al 18 aprile). A consolidare il trend, scendono a 30 anche i casi positivi (erano 39 all’ultimo aggiornamento); di questi, 3 sono ricoverati in ospedale.

Ad Osimo la curva non scende. I positivi salgono a 100 (erano 84), come salgono a 400 le persone in quarantena (erano 391). Sotto stretta osservazione gli ospiti della casa di riposo Grimani Buttari dove è stato creato un reparto apposito anti Covid-19.

Numana situazione stazionaria rispetto all’ultimo aggiornamento: 5 le persone in quarantena e 1 solo caso positivo. Il sindaco Gianluigi Tombolini fa i complimenti e ringrazia i cittadini “per la loro serietà e rispetto del prossimo nel mettere in pratica le regole imposte dall’emergenza. Stiamo lavorando per coinvolgere e motivare tutte le attività interessate alla prossima riapertura”.

Sirolo si registra il miglior dato in assoluto fra quelli suesposti: scendono da 4 a 3 i casi positivi mentre la casella delle persone in isolamento domiciliare segna uno 0 assoluto (erano 7 all’ultimo aggiornamento). Un plauso ai sirolesi, per loro il 4 maggio sarà una bella data se avranno la costanza di resistere ancora qualche giorno.

Marche

(Dati Gores Regione Marche; aggiornamento al 29 aprile; fra parentesi i dati del precedente del 18 aprile).

Nelle Marche il totale dei test con tampone effettuati al 29 aprile è pari a 55.905 (39.909) compresi i test ripetuti sulla stessa persona)

Positivi

Salgono ancora i positivi nelle Marche, 6.210 ad oggi (5.721), così distribuiti nelle varie provincie:

Ancona, 1.805 (1702); Pesaro Urbino, 2.490 (2.293); Macerata, 1.010 (906); Fermo, 431 (381); Ascoli Piceno, 281 (271); extra regione, 193 (168)

Continua il trend in discesa del totale dei positivi ricoverati, 692 (892) così ripartiti:

in terapia intensiva, 52 (88); in aree di semi-intensiva, 134 (202); in reparti non intensivi, 284 (368); in degenze post critiche, 222 (234).

Crescono, nelle Marche, i positivi in isolamento domiciliare, 2.655 (2.280)

Totale dimessi/guariti, 1.964 (1.754) 

decessi

Sale a 899 il totale dei deceduti (795); 551 i maschi (496), 348 le femmine (299); così ripartiti per domicilio:

  • Pesaro Urbino, 484 (432)
  • Ancona, 192 (171)
  • Macerata, 140 (113)
  • Fermo, 63 (61)
  • Ascoli Piceno, 12 (11)

extra regione 8 (7) (residenti in altre regioni); (pregresse patologie 94,6 % (94,2); età media 80,3 (79,9)

Salgono i casi e i contatti in isolamento domiciliare 8.079 (7.779) come da tabella:

 

redazionale

© riproduzione riservata

 


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

La vita con i cani è… meravigliosa!

Quattordici modi per coniugarla dal profondo dell’anima


13 gennaio 2022Piera Alessio (nella foto con la sua cagnolina Nina), torna in questo spazio “Paneburroemarmellata” (glielo cedo sempre con profonda stima, amicizia e rispetto oltre che per il suo grande cuore e la sua grande penna), per raccontarci com’è, dal suo punto di vista, la vita con i cani che lei declina e descrive in svariate sfaccettature. Un argomento solo all’apparenza scontato, che solo chi ha posseduto o possiede un cane può davvero cogliere nella sua essenza. Scrive Piera:

“La vita con i cani è strana. Diventerai, senza che nessuno te lo insegni o ti spieghi come farlo, il capo branco di un cane che sarà pronto a qualunque cosa per te non appena saprà riconoscere il tuo odore e la tua voce.

La vita con i cani è misteriosa. Sarai spiato da un Grande Fratello peloso che non perderà nessun tuo movimento, specialmente quando capirà dove sono la cucina ed il recipiente dei biscotti.

La vita con i cani è crescere. Non puoi farci niente, non puoi fermare il tempo perché quel cucciolo che hai tenuto in braccio crescerà troppo velocemente, per diventare il grande amico che ti vorrà accompagnare ovunque andrai. I cuccioli durano troppo poco.

La vita con i cani è confronto. Avrai sempre uno sguardo con il quale misurarti, affogherai senza poterti salvare nelle profondità inimmaginabili degli occhi di un cane. Dove la gente crede che non ci sia un’anima.

La vita con i cani è sincera. Non avrai bisogno di raccontar loro una bugia o delle storie inventate perché tanto, qualunque cosa tu dica loro, i cani la sanno. Sempre.

La vita con i cani è scomoda. Ti ritroverai una sera d’inverno, con la tramontana che ti graffia il viso ed il gelo che ti arriva alle ossa, a passeggiare da solo con il tuo cane che corre e scodinzola felice, incurante del vento che gli arruffa il pelo e del caldo che avete lasciato in casa.

La vita con i cani è buffa. Parlerai con un essere che non ti potrà mai rispondere e che però ascolterà ogni tua parola, con così tanta attenzione ed interesse che non ritroverai in nessun altro uomo o donna al mondo.

La vita con i cani è ritorno a casa. Nessuno come il tuo cane sarà felice di vederti ogni volta che spunterai dalla porta dalla quale ti ha visto andar via; imparerà i tuoi orari, riconoscerà il tuo passo e sarà lì ad aspettarti, anche quando sarà vecchio e stanco, saltando di gioia come se non ti vedesse da un mese. Anche se sei uscito per comprare il giornale.

La vita con i cani è rinuncia. Perderai, a poco a poco, quella porzione di divano su cui stavi tanto comodo, dove ti godevi il riposo ed il meritato relax dopo giornate faticose e noiose. E la cosa bella sarà che non ti dispiacerà affatto.

La vita con i cani è comunione. Dividerai il tuo ultimo boccone con il tuo cane, perché non potrai resistere al suo sguardo implorante che hai incrociato purtroppo per te mentre stavi cenando.

La vita con i cani è insegnamento. Sono loro che ti mostreranno, semplicemente correndo in un prato o sulla riva del mare, la bellezza di una giornata di sole e l’importanza di stupirsi – ogni volta – davanti alle cose semplici.

La vita con i cani è amore. Quello che proverai ad emulare, che proverai a restituire al tuo cane senza però riuscirci. Ma cimentarti in questa prova sarà una delle tue imprese più entusiasmanti.

La vita con i cani è un viaggio. Nessun sentiero di montagna ti sembrerà lo stesso dopo che lo avrai percorso insieme al tuo cane: ricorderai profumi, odori e colori del bosco che prima non avevi sentito o visto; proprio come succederà per il tratto di vita che farete insieme.

La vita con i cani è una parentesi. Per te è una parte della tua vita, un dolce intervallo fra mille impegni e anni da riempire di cose da fare, un breve cammino insieme ad un cane che tu ben sai, ad un certo punto, si fermerà per lasciarti andare da solo. Invece, per il tuo cane, la tua vita è tutto.

La vita con i cani è meravigliosa“.

di Piera Alessio

© riproduzione riservata


link dell'articolo