Astea – Cresce la soddisfazione dei cittadini per i servizi

Osimo, 18 dicembre 2018 – Crescono i cittadini soddisfatti dei servizi erogati da Astea e DEA – Distribuzione Elettrica Adriatica – con un grado di apprezzamento medio di 4,0 su un massimo di 5. È quanto emerso dall’indagine sulla soddisfazione dei clienti tra 1.426 utenti di Astea e i 798 di Dea intervistati telefonicamente e via web dal 29 ottobre al 9 novembre 2018. I dati sono stati presentati in mattinata alla stampa dai vertici dell’azienda.

Osimo – Da sinistra: Massimiliano Riderelli Belli, Fabio Marchetti, Alberto Paterniani, all’incontro con la stampa per presentare i risultati dell’indagine sul gradimento dei servizi offerti da Astea e DEA

Raccolta differenziata

Cresce la soddisfazione per la raccolta differenziata (a 4,3 dal 4,1 del 2015), mentre gli altri servizi sono stabili (isola ecologica e pulizia strade), ma sempre con valutazioni più che positive da parte degli utenti.

La ricerca riscontra una grande sensibilità da parte della cittadinanza, con il 99,7% degli intervistati che dichiarano che è importante differenziare i rifiuti, un dato in crescita rispetto al 2015. A determinare questo risultato ci sono stati gli sforzi di Astea che ha condotto campagne di sensibilizzazione presso i cittadini:

Evidentemente sono state efficaci – commenta Fabio Marchetti, Amministratore delegato di Astea – perché nel tempo abbiamo visto crescere questa sensibilità”.

I dati sono in linea anche con quanto si è registrato nel comune di Numana con una differenza tra la valutazione del servizio svolto nel periodo estivo (81%), rispetto al periodo del resto dell’anno (92%).

Osimo – Fabio Marchetti amministratore delegato Astea Spa

La sensibilità dei cittadini

Sul punto è da notare che l’85% dei cittadini intervistati si dichiara anche favorevole all’istituzione di multe per chi non differenzia correttamente. Un dato che è rafforzato dal fatto che il 77% è favorevole alla tariffa puntuale (il pagamento di parte della tariffa in base a quanto l’utente effettivamente conferisce).

L’isola ecologica fa registrare una buona soddisfazione con l’87% degli utenti soddisfatti.

Intervento tecnico e servizio di erogazione

Aumentate dal 15% al 22% le persone che dichiarano di aver subito interruzioni, ma raddoppia dal 30% al 60% quelli che dichiarano di essere stati preavvisati. Si tratta quindi di interruzioni programmate per effettuare interventi tecnici sulla rete e operazioni di aggiornamento. In totale le interruzioni sono minime in quanto l’80% dei cittadini dichiara di aver subito meno di 2 interruzioni l’anno.

Nel complesso il giudizio sulla qualità dell’intervento tecnico migliora rispetto al 2015.

Servizi commerciali, di sportello e telefonico

Per i cittadini aumenta la soddisfazione per i servizi allo sportello (4,2 da 4,0) e per lo sportello telefonico (4,0 da 3,9).

Ultimo arrivato lo sportello online che viene apprezzato con una valutazione di 4,5 anche se ancora il traffico sullo stesso servizio non è consistente in termini quantitativi. I tempi di attesa allo sportello vengono valutati più che positivamente (3,8).

Cresce tra gli utenti la percentuale che dichiara di conoscere lo sportello telefonico (70%) con valutazione più che positiva (4,0) ed in miglioramento rispetto al 2015 (3,9)

Osimo – Massimiliano Riderelli Belli direttore generale Astea Spa

Distribuzione Elettrica Adriatica Spa (DEA Spa)

I cittadini hanno espresso un giudizio molto positivo nel complesso sull’attività svolta da DEA dove solo l’1,8% dei cittadini intervistati si è dichiarato insoddisfatto a fronte di un 80% di clienti che si sono dichiarati soddisfatti.

Solo un quarto dei cittadini intervistati dichiara di aver avuto interruzioni dell’energia elettrica negli ultimi due anni, un dato in linea con la precedente valutazione nonostante l’intensificarsi dei fenomeni atmosferici di particolare intensità che colpiscono i nostri territori sia in inverno che in estate.

Gli aspetti di cui i cittadini sono particolarmente soddisfatti sono le modalità di preavviso in caso di interruzioni e la correttezza delle informazioni sui tempi di ripristino (4,0) e sulla tempestività degli interventi (3,9).

Il 75% dichiara di conoscere il numero verde 800-990490 per la segnalazione dei guasti alla rete elettrica ed alla pubblica illuminazione e tra questi, il 77% che lo hanno utilizzato si sono dichiarati soddisfatti.

Osimo – Alberto Paterniani_di Sigma Consulting la società terza che ha condotto l’indagine 

Elevata la soddisfazione per il servizio svolto anche tra le imprese che si mantiene stabile a 4,1 e che dimostrano di apprezzare particolarmente la tempestività degli interventi.

Il giudizio è pressoché uniforme su tutti i comuni serviti.

Anche il servizio di pubblica illuminazione è giudicato molto bene (3,8 punti) in linea con la rilevazione del 2015. Anche in questo servizio molto apprezzati la tempestività e la qualità dell’intervento dei tecnici (3,9).

È bello vedere che l’impegno, le risorse investite, le azioni di comunicazione e promozione vengono apprezzate dai cittadini. Del resto senza la loro sensibilità e la loro coscienza civica Astea non potrebbe progredire – conclude Fabio Marchettie noi lo vogliamo fare insieme”.

L’indagine è stata svolta da una società terza che ha selezionato il campione dei cittadini e dalle liste Cerved di fonte camerale per le imprese. Le interviste sono durate mediamente 15 minuti per gli utenti Astea e 11 minuti per quelli Dea e sono state stratificate in base al titolo di studio dell’utente e al Comune in cui è erogato il servizio.


Lascia un commento

Pane Burro & Marmellata

Una striscia quotidiana di riflessione

di Paolo Fileni

Notte di San Lorenzo, notte di sogni e di speranza

Con il naso all’insù per le stelle cadenti


Camerano, 10 agosto 2022 – Lo confesso, sono tante le notti di San Lorenzo che ho passato con il naso all’insù aspettando di veder cadere una stella. E confesso, anche, di aver espresso desideri nascosti a quella scia luminosa affidandogli, nel breve arco di tempo e di spazio del suo sfrecciare nel buio, la possibile realizzazione dei miei sogni. Credendoci, credendoci davvero, tanto era la voglia che mi portavo dentro di vederli concretizzati.

L’ho fatto sin da quando, bambino, ho appreso dell’esistenza di questo credo popolare. E lo faccio ancora oggi, nonostante la tarda età e la consapevolezza sia solo un credo popolare e niente di più. Crescendo, per molti anni ho abitato in un Comune il cui motto è: “Ad sidera tendit”, volgarmente tradotto “tendere alle stelle” proiettati verso l’alto. Qualcosa vorrà pur dire!

Ho affidato alle stelle cadenti il mio desiderio di riuscire ad acquistare per mio conto la prima motocicletta e correrci, e dopo un po’ il desiderio s’è avverato. Gli ho affidato quello di riuscire a pubblicare il mio primo romanzo e, tac! dopo un po’ l’ho pubblicato. Stessi affidi per un amore, per la nascita di un figlio, per realizzare il sogno di avere un giornale tutto mio. Tutti concretizzati.

Lo so. Lo so benissimo che con tutta probabilità quei sogni si sarebbero realizzati anche senza l’affido alle stelle cadenti, ma l’averlo fatto in tempi non sospetti ogni volta mi trasmetteva una speranza in più. Come se da lassù, nel profondo blu cobalto del cielo, una forza superiore potesse lavorare a mio favore: le stelle cadenti, e non un Dio, scelte forse a discapito del secondo perché non credente. Ma in fondo, in fondo, dove sta la differenza?

Credo di non essere l’unico essere umano ad averlo fatto. Credo, anzi, d’essere in buona compagnia. Gli individui, donne e uomini, nel proprio intimo più nascosto sanno di aver bisogno di una qualche entità capace di non farli sentire soli. Soli e disarmati di fronte alla quotidiana guerra contro il destino e le avversità. Contro le proprie debolezze.

“Noi siamo fatti della stessa sostanza dei sogni…” ha scritto William Shakespeare ne: La Tempesta intorno al 1610, aggiungendo: “… e nello spazio e nel tempo d’un sogno è raccolta la nostra breve vita”.

E allora, che cosa c’è di meglio dell’affidare i nostri sogni, la nostra vita, ad una stella cadente nel breve spazio e tempo della sua traiettoria luminescente nella volta del cielo? Male non fa.

Questa notte, l’ennesima, starò con il naso all’insù nella speranza di vedere una scia luminosa. Ormai ho poco da affidargli, se non la speranza di continuare ancora per un po’ in buona salute. Per me e per i miei cari. Per il resto, quel che c’era da realizzare l’ho in parte realizzato e in parte no, sudando comunque parecchio. E non saprò mai se loro, le stelle cadenti, mi abbiano davvero dato una mano. Scientemente, non lo credo, ma mi piace pensare che me l’abbiano data. E spero dal profondo l’abbiano data anche a voi. Siamo fatti della stessa sostanza dei sogni

© riproduzione riservata


link dell'articolo